Filtra le news
Foto
Tabella
Autolink News
16/12/2011
ID Atk2994
pag 15490

Bridgestone LM-80: lo pneumatico ad hoc per i SUV

Cortina, 16 - Più strada che fuori: se per gli appassionati dei 4x4 aggressivi esiste lo pneumatico invernale Bridgestone DM-V1, per gommare il SUV è stato introdotto il nuovo LM-80. Più adatto all’autostrada che ad affrontare decine di centimetri di neve fresca, ma è comunque capace di affrontare tutte le situazioni tipiche della stagione invernale. Dall’asfalto freddo, magari umido, fino alle lastre di ghiaccio ed alla neve, che sia compatta o ormai poltiglia. Il tutto grazie al battistrada unidirezionale con molte scanalature trasversali, per una migliore trazione sulla neve ed un drenaggio efficace di fango e acqua. Gli incavi longitudinali, invece, garantiscono un efficace eliminazione dell’acqua riducendo il rischio di aquaplaning. Per gli incavi, sono state adottate tecnologie come il profilo a lamelle ondulate che garantisce maggiore stabilità dei tasselli, qualità importante specialmente per i SUV che superano spesso la soglia delle due tonnellate di peso.

La mescola del battistrada, appositamente concepita per le basse temperature, è stata combinata con una mescola sottostante che limita la generazione di calore, contribuendo così alla riduzione della resistenza al rotolamento, quindi anche i consumi di carburante e le emissioni di CO2. Il nuovo Blizzak LM-80 è disponibile per misure da 15 a 20 pollici, con codici di velocità da T (fino a 190 km/h) a V (fino a 240 km/h). Prezzi a partire da 203 Euro, Iva inclusa.

Ultime 10 news suPneumatici
2014-07-10Assogomma e Polizia Stradale: cura delle gomme in calo Roma, 10 - “Pneumatici sotto controllo”, anzi no. Dati alla mano (e crisi economica in testa), b... Roma, 10 - “Pneumatici sotto controllo”, anzi no. Dati alla mano (e crisi economica in testa), buona parte delle automobili che circolano su strade e autostrade italiane (capovolgendo lo slogan adottato da Assogomma) è in realtà potenzialmente “fuori controllo”. Già, perché se a essere trascurato è proprio l’elemento di contatto (l’unico) tra la vettura e il suolo, non c’è da meravigliarsi se il tasso di sinistri, in particolare quelli mortali, non scende come si aspetterebbero le autorità. Pneumatici non conformi o non omogenei, battistrada danneggiati o ridotti ai minimi termini: il quadro è purtroppo inquietante. A campionare gli automobilisti alla vigilia delle ferie estive ci ha pensato l’Associazione dei Produttori e i Rivenditori di Pneumatici, che tra metà maggio e metà giugno, avvalendosi come ogni anno della collaborazione di Polizia Stradale, Ministero dell’Interno e Politecnico di Torino, ha passato al setaccio oltre diecimila autovetture replicando così la tradizionale campagna “Vacanze Sicure”. Focus, stavolta, su Emilia Romagna, Veneto, Toscana, Puglia, Umbria e Trentino Alto Adige. Ebbene, dai rilevamenti effettuati dai 300 agenti della Stradale coinvolti nell’iniziativa emerge come la quota di auto che circolano con gomme lisce è salita complessivamente al 3,03% (era il 2,7% nel 2013), quella riferita a gomme danneggiate al 4,35% (dal 3%), non omologate 3,96% (1,9%), non conformi 3,36% (0,85%). A rincuorare, soltanto la voce che riguarda l’omogeneità tra i quattro pneumatici, scesa su base annua dal 5,46% al 2,97%. Se tuttavia si esamina l’indice di auto che viaggiano con gomme invernali anche durante la stagione calda, il trend torna in negativo: dall’11,38% si passa al 12,44%. Maglia nera Taranto, città dove un automobilista su quattro (26,86%) non provvede alla sostituzione di primavera. Cresce su scala nazionale anche la negligenza al momento della revisione obbligatoria: 5,68%, nel 2013 si fermava al 4,62%. Pneumatici mal tenuti fa rima con tamponamenti più frequenti (si allungano gli spazi di frenata), forature, talvolta anche disgrazie vere e proprie. Il direttore di Assogomma Fabio Bertolotti lancia l’allarme: “Le statistiche dimostrano che i controlli danno buoni risultati, ma è necessario fare di più. Ad esempio, innescando un meccanismo di premialità per gli automobilisti virtuosi, concedendo loro la deducibilità fiscale su acquisto e manutenzione degli pneumatici. Perché mai posso dedurre un…divano e non un set di gomme? Eppure, alle condizioni di questo componente è direttamente associato il tasso di incidenti stradali, piaga che al nostro Paese costa 30 miliardi di Euro l’anno”. Esprime considerazioni analoghe anche il direttore del Servizio Polizia Stradale, Giuseppe Bisogno: “Dalle gomme passa la sicurezza dell’intero veicolo. Purtroppo, la maggior parte degli utenti della strada non ne è ancora pienamente consapevole. L’invito, specialmente in tempi di viaggi vacanze, è quello di compiere uno sforzo superiore”.
Ultime 10 news suProdotto
2014-10-23Leon X-Perience: supera gli ostacoli nel massimo comfort Verona, 23 - Accat­ti­vante station wagon a quattro ruote motrici con design da fuoristrada. Ecc... Verona, 23 - Accat­ti­vante station wagon a quattro ruote motrici con design da fuoristrada. Ecco la Leon X-Perience, l’ultima nata di casa Seat che apre una nuova dimensione in termini di versatilità. Promette di su­perare ogni ostacolo all’insegna del piacere di guida e del massimo comfort e il suo de­butto italiano è previsto per i primi mesi del prossimo an­no. La X-Perience completa di fatto l’articolata gamma Leon che comprende anche le versioni SC tre porte, l’elegante cinque porte, la station wa­gon ST e la sportiva Cupra.Basata proprio sulla Leon ST, la new entry spagnola ne condivide l’affascinante design, l’eccellente dinamica e la fa­cilità d’uso per la vita quotidiana. Il lin­guaggio stilistico è quello della fa­miglia Leon con fiancata scolpita e marcata (a regalare un attrattivo gioco di luci e ombre), linee pulite e giunture precise. Il suo carattere estetico distintivo deriva dalla robusta struttura protettiva sul battitacco e sul passaruota, dal frontale imponente caratterizzato da grandi prese d’aria e dai fendinebbia e dallo spoiler anteriore in alluminio. Nel po­steriore spiccano un nuovo paraurti con inserti in alluminio e i terminali di scarico cromati, mentre i cerchi sono di 17 pollici o 18 a richiesta.  Detto che tra gli optional è previsto anche il tetto panoramico apribile, il design dinamico non inficia minimamente lo spazio interno (all’insegna di materiali premium e dei sedili sportivi e ribassati) e in particolare quello del bagagliaio, la cui capacità è compresa tra 587 e 1.470 litri.  L’offerta motoristica si articolerà sui TDI (tutti con la funzione start/stop) di 1,6 litri da 110 CV e consumi limitati a 4,7 litri/100 km e di 2 litri da 150 e 184 CV con quest’ultimo abbinato al cambio a doppia frizione DSG a sei mar­ce (per le altre due versioni la trasmissione è manuale sempre a sei rapporti). Fiore all’occhiello della Leon X-Perience è la trazione integrale 4Drive con frizione multidisco a comando idrau­lico e controllo elettronico. Nume­rosi, infine, i sistemi di assistenza alla guida di serie.
2014-10-23Rinnovata Audi A6: più efficiente, potente e raffinata Verona, 23 - Si avvicina il de­but­to italiano del­la rinnovata gamma A6, appena reduce dall’ant... Verona, 23 - Si avvicina il de­but­to italiano del­la rinnovata gamma A6, appena reduce dall’anteprima mondiale al Salone di Pari­gi. Come anticipato ieri, av­verrà a novembre con prezzi compresi tra 43.100 e 67.900 Euro. Nuove motorizzazioni, cambio, fari e un inedito sistema di infotainment rendono la berlina e la Avant ancora più efficienti, potenti e raffinate, ma nu­merose sono anche le novità che riguardano la versatile allroad quattro e le sportive S6, S6 Avant e RS 6 Avant.È caratterizzata da una co­struzione leggera (la massa a vuoto della A6 1.8 TFSI è contenuta a 1.535 kg), grazie a numerosi componenti in alluminio e acciaio caldo. Il design esprime precisione ed eleganza sfruttando le li­nee chiaramente definite, la prospettiva orizzontale ac­centuata e le superfici tese atleticamente e nell’aggiornamento della gamma è sta­to perfezionato con cura lo stile della calandra single-fra­me, dei fari, delle prese d’aria, dei paraurti, dei sottoporta laterali, dei gruppi ot­tici posteriori e dei terminali di scarico. A richiesta, sono disponibili fari in tecnologia Led o Matrix Led, abbinati agli indicatori di direzione dinamici.L’abitacolo è spazioso e riprende lo stile muscoloso degli esterni e presenta colori eleganti e materiali ricercati per un’atmosfera davvero premium. La capacità del bagagliaio varia da 565 a 1.680 litri e tra gli optional spiccano i sedili anteriori con funzione di ventilazione e massaggio, la copertura av­volgibile elettrica e il portellone posteriore automatico con comando a sensore. Decisamente all’avanguardia anche i dispositivi per l’infotainment.Il capitolo motori prevede un’offerta aggiornata e mol­to articolata. Abbiamo i ben­zina TFSI 1.8 da 190 CV, 2.0 da 252 CV e 3.0 da 333 CV e i TDI 2.0 da 180 e 190 CV e 3.0 da 218, 272 e 320 CV. Tutti i propulsori soddisfano già le normative Euro 6 e vantano emissioni di CO2 ridotte fino al 22% ri­spetto a prima. Le più spor­tive S6 berlina e S6 Avant sono equipaggiate con un V8 4.0 TFSI da 450 CV, mentre la top di gamma RS 6 Avant monta un 4.0 TFSI da 560 CV che consente un’accelerazione da ferma in 3,9 secondi.
2014-10-17BMW, tre fulmini nel cielo di Colonia Milano, 17 - Come previsto, BMW Motorrad ha fatto la par­te del leone presentando importanti nov... Milano, 17 - Come previsto, BMW Motorrad ha fatto la par­te del leone presentando importanti novità nell’ambito del Salone Intermot di Colonia. Si tratta di tre  modelli che già si posizionavano al top dei rispettivi segmenti e che ora alzano ulteriormente l’asticella proponendosi come nuovi termini di riferimento in tema rispettivamente di supersportive, sport tourer e naked. Partendo dalla S 1000 RR (foto in basso a dx), unanimemente riconosciuta come una delle moto più efficaci e dinamiche del suo segmento, troviamo ora una potenza in­crementata di 6 CV arrivando a quota 199 CV ed una riduzione di peso di 4 Kg a 204 Kg. Performance quindi, ma rivolte ad un utilizzo più godibile anche sulle strade di tutti i giorni grazie ad un’erogazione ottimizzata e resa più pie­na anche ai regimi intermedi. Nella stessa direzione un telaio più agile e leggero con l’opzione del DDC della speciale HP4. Passando alla R 1200 RS (foto a sx), oltre a nuove forme più sportive ed affilate, spicca l’adozione dell’ultima generazione dell’intramontabile boxer, quello raffreddato a liquido con potenza di 125 CV. Stesso propulsore anche per la naked R 1200 R (foto in basso a sx) che aggiunge forme da pu­ro roadster ed interpreta in modo rinnovato tutto lo spirito delle originali boxer BMW mantenuto inalterato dalla storica R32 ad oggi.