Filtra le news
Foto
Tabella
Autolink News
16/12/2011
ID Atk2994
pag 15490

Bridgestone LM-80: lo pneumatico ad hoc per i SUV

Cortina, 16 - Più strada che fuori: se per gli appassionati dei 4x4 aggressivi esiste lo pneumatico invernale Bridgestone DM-V1, per gommare il SUV è stato introdotto il nuovo LM-80. Più adatto all’autostrada che ad affrontare decine di centimetri di neve fresca, ma è comunque capace di affrontare tutte le situazioni tipiche della stagione invernale. Dall’asfalto freddo, magari umido, fino alle lastre di ghiaccio ed alla neve, che sia compatta o ormai poltiglia. Il tutto grazie al battistrada unidirezionale con molte scanalature trasversali, per una migliore trazione sulla neve ed un drenaggio efficace di fango e acqua. Gli incavi longitudinali, invece, garantiscono un efficace eliminazione dell’acqua riducendo il rischio di aquaplaning. Per gli incavi, sono state adottate tecnologie come il profilo a lamelle ondulate che garantisce maggiore stabilità dei tasselli, qualità importante specialmente per i SUV che superano spesso la soglia delle due tonnellate di peso.

La mescola del battistrada, appositamente concepita per le basse temperature, è stata combinata con una mescola sottostante che limita la generazione di calore, contribuendo così alla riduzione della resistenza al rotolamento, quindi anche i consumi di carburante e le emissioni di CO2. Il nuovo Blizzak LM-80 è disponibile per misure da 15 a 20 pollici, con codici di velocità da T (fino a 190 km/h) a V (fino a 240 km/h). Prezzi a partire da 203 Euro, Iva inclusa.

Ultime 10 news suPneumatici
Ultime 10 news suProdotto
2014-04-17ProAce: primo prodotto della joint venture Toyota-PSA Milano, 17 - Dopo la denuncia da parte di Fiat dell’accordo con PSA per Sevel Nord, e l’ingresso... Milano, 17 - Dopo la denuncia da parte di Fiat dell’accordo con PSA per Sevel Nord, e l’ingresso della cinese Dongfeng nel capitale PSA, nasce il commerciale Toyota ProAce. Molte novità sono attese nei prossimi anni. Si tratta di un momento di evoluzione nel settore dei commerciali, anche dopo il divorzio tra Volkswagen e Daimler. Toyota ProAce, realizzato sulla base nota dello “Scudo Fiat”, potrebbe essere il primo di una lunga serie di veicoli, sviluppabili in tempi molto brevi, dell’accordo tra le tre grandi aziende, per cui il commerciale leggero è un cavallo di battaglia in tutti i continenti e in ogni fascia di prezzo.Toyota ProAce, prodotto presso Sevel Nord, è disponibile in due lunghezze (4,8 e 5,1 metri) che corrispondono a due passi. Una sola l’altezza. Due, una in opzione, le porte laterali a cui si aggiunge la classica posteriore a doppio battente apribile a 270°. La portata raggiunge i 12 quintali circa con un volume fino a 6 m3 (pari a 3 europallet) con una capacità di traino di 2.000 kg.ProAce è mosso da un motore diesel da 2 litri Common Rail da 94 CV  Euro 5. Due gli allestimenti: il base Active e il Lounge. Fra gli equipaggiamenti, il Toyota Traction Select (TTS) che offre una alternativa alla trazione 4x4. E per l’assistenza ci pensa il servizio Duotec di Toyota. Due tecnici al lavoro contemporaneamente sul mezzo per dimezzare i tempi di fermo macchina. Come consuetudine per Toyota sono 3 gli anni di garanzia. Arriviamo ai prezzi con l’offerta lancio attuale di 15.100 Euro (permette un risparmio di 8 mila Euro dal listino) e che comprende ben cinque anni di manutenzione ordinaria.Nei 23 Toyota Business Plus posti in Italia, sono le concessionarie specializzate in commerciali di Toyota, anche la piccola Yaris Van e il Pick-Up Hilux. Yaris assicura 986 litri di volume di carico. Il Pick-Up può essere allestito a piacere, fra cassettiere, porta scale o piattaforme di sollevamento.
2014-04-16Countryman si rinnova: più carattere e motori più efficienti Monaco, 16 - MINI Countryman, prima MINI a 4 porte, 5 posti ed equipaggiabile con trazione integ... Monaco, 16 - MINI Countryman, prima MINI a 4 porte, 5 posti ed equipaggiabile con trazione integrale ALL4, si è rivelata un grande successo e con i 350 mila esemplari venduti ha contribuito ad aprire verso nuovi target il mondo MINI. A tre anni dal lancio, ecco la nuova edizione. Sullo stand del Salone di New York farà infatti bella mostra di sé la nuova Countryman. Il rinnovamento interessa un po’ tutti i particolari, dal design esterno, ai propulsori per arrivare fino alla tecnologia di bordo e all’infotainment. Non si tratta di una rivoluzione come avvenuto con la Hatchback appena lanciata sul mercato e già un grande successo, ma di un up-grade in grado di alzare l’asticella in termini di personalità, efficienza, dinamica e connettività. Partendo dagli esterni troviamo una calandra che viene ristilizzata con uno sviluppo più verticale e, di serie sulle versioni ALL4 e a richiesta sulle altre, “rinforzata” nell’immagine da barre decorative sulla grembialatura anteriore e presenti anche al posteriore e nei sottoporta laterali. I cerchi in lega (da 17” su Cooper S e SD e da 16” sulle altre) sono di nuovo disegno ed alleggeriti. La caratterizzazione esterna è completata da inediti gruppi ottici a Led (fendinebbia di serie e luci di posizione e diurne in opzione). All’interno dello spazioso abitacolo si nota il nuovo disegno dei comandi e dei quadranti di contagiri e tachimetro che sono ora con fondo antracite. Di serie su tutte le versioni decorazioni cromate per i comandi del sistema di aerazione. L’ultima evoluzione di MINI Connected consente la massima connettività con smartphone e l’uso di internet on board con una vasta disponibilità di app dedicate. Come consuetudine per i modelli del Gruppo, anche in questo caso il restyling è associato ad un incremento dell’efficienza dei propulsori ora tutti in grado di rispettare la normativa Euro 6. Più efficienza, ma anche più performance. L’unità che equipaggia la versione Cooper S vede la sua potenza incrementarsi di 5 CV a 190 CV con valori di consumo ed emissioni che scendono contestualmente a 6 l/100km e 139 g/km di CO2. L’intera gamma della nuova Countryman (inclusa la speciale John Cooper Works) debutterà sul mercato dal mese di luglio.