Filtra le news
Foto
Tabella
Autolink News
23/4/2012
ID 82669Atk
pag 15796

Ferrari boom in Cina, suo secondo mercato mondiale

Pechino, 23 - Gran folla di visitatori nello stand Ferrari del Salone di Pechino per ammirare da vicino l’anteprima asiatica della nuova F12berlinetta, capostipite della nuova generazione delle 12 cilindri di Maranello. Il Cavallino Rampante ha presentato invece per la prima volta in assoluto l’evoluzione della vettura laboratorio Hy-Kers con layout posteriore centrale. Il gruppo motoristico mostra un 12 cilindri e un cambio F1 doppia frizione al quale è associato un propulsore elettrico, mentre un altro è dedicato ai sistemi ausiliari ed è collocato anteriormente al motore termico. Lo studio è ormai alla fine della fase di sperimentazione ed è pronto a passare a quella di sviluppo (avverrà nei prossimi mesi) con l’obiettivo di ridurre del 40% le emissioni di CO2 nel ciclo combinato.

Alla rassegna pechinese Ferrari è rappresentata dall’A.D., Amedeo Felisa, che ha ricordato la crescente importanza della Cina per la Casa. “Lo scorso anno, nella mainland China abbiamo venduto 500 vetture con una crescita del 75% rispetto al mercato di riferimento, salito del 65%. La Greater China è diventata il secondo mercato mondiale per Ferrari. Quest’anno festeggeremo il 20° anniversario della prima vettura venduta a Pechino e a maggio apriremo una grande mostra permanente dedicata alla Ferrari a Shanghai, presso l’Italia Center dello Shanghai World Expo Park. Presenteremo una serie speciale della 458 Italia con una livrea contraddistinta dal caratteristico elemento cinese del longma, il leggendario dragone-cavallo, che simboleggia la cultura cinese e la Ferrari”.

Ultime 10 news suFerrari
2014-06-24F12 TRS: una one off Ferrari alla Cavalcade 2014 Maranello, 24 - L’edizione 2014 della Ferrari Cavalcade, sbarcata in Sicilia, ha segnato l’esord... Maranello, 24 - L’edizione 2014 della Ferrari Cavalcade, sbarcata in Sicilia, ha segnato l’esordio di una nuova one off del Cavallino Rampante. Si tratta della F12 TRS, basata sulla F12berlinetta e sviluppata su richiesta del cliente come barchetta sportiva estrema a due posti secchi e senza copertura dell’abitacolo. Ma la vera ispirazione iniziale per la realizzazione della one off è stata la 250 Testa Rossa del 1957 (da qui la sigla TRS), della quale il centro stile guidato da Flavio Manzoni ha interpretato lo spirito in chiave moderna e innovativa. la F12 TRS conserva le stesse super prestazioni della F12berlinetta, tra cui le accelerazioni da 0 a 100 e 200 orari che si completano rispettivamente in 3,1 e 8,5 secondi grazie alla spinta del motore V12 di 6,262 litri da 740 CV e 690 Nm di coppia. Il parabrezza è basso e avvolgente, il disegno del posteriore reinterpreta il tema della coda tronca con motivo grafico a “T” ed è in parte influenzato dalla conformazione dell’abitacolo con due carenature che scendono dietro i poggiatesta fondendosi nello spoiler posteriore. A bordo, sono stati tolti dispositivi non essenziali alla guida, tra cui climatizzazione, cassetto passeggero, bocchette centrali, impianto audio, alzacristalli e i vani portaoggetti. Largo utilizzo di materiali quali carbonio opaco, pelle e Alcantara e disponibilità di un’unica tinta di carrozzeria che si ispira al tradizionale Rosso Corsa. Le caratteristiche testate rosse del V12, infine, sono visibili sotto una finestra nel cofano, concetto ispirato sia alle Ferrari Sport degli anni cinquanta a motore anteriore sia alle più recenti berlinette a motore centrale.
Ultime 10 news suAuto
2014-07-28McLaren svela modello da corsa P1 GTR Woking, 28 - McLaren sarà tra le grandi protagoniste del tradizionale Concorso di Eleganza di Pe... Woking, 28 - McLaren sarà tra le grandi protagoniste del tradizionale Concorso di Eleganza di Pebble Beach, California, in programma a metà agosto. La Casa britannica ha infatti diffuso un primo bozzetto di una novità nel campo delle competizioni che sarà presentata in anteprima appunto all’evento californiano. Si tratta della P1 GTR, versione da corsa della hypercar ibrida P1, che sarà proposta esclusivamente ai già fortunati possessori della P1 stradale. Rappresenterà la massima espressione del progetto, ma da guidare soltanto in occasione di manifestazioni su circuito. Non è infatti prevista l’omologazione stradale e la P1 GTR non parteciperà a nessuna competizione ufficiale. La vettura è stata realizzata da McLaren in risposta ai desideri della selezionata clientela della P1 stradale che voleva una versione per il divertimento in pista. La P1 GTR andrà in produzione a giugno del prossimo anno quando i 375 esemplari della P1 stradale disponibili saranno andati esauriti e rinverdirà i fasti della leggendaria F1 GTR che trionfò alla 24 Ore di Le Mans. Rispetto alla P1 da strada, la P1 GTR ha beneficiato di alcune modifiche che riguardano gli pneumatici slick, appendici ancora più estreme se paragonate alla categoria GT3 dove McLaren corre con la nuova 650S e l’aerodinamica con il gigantesco alettone fisso posteriore. Il propulsore ibrido della supercar da corsa potrebbe raggiungere una potenza massima fino a circa 1.000 CV.
2014-07-28Kia Soul più “verde” con la tecnologia Eco-GPL+ Milano, 28 - Già capace di conquistare un buon numero di clienti grazie alla sua immagine altern... Milano, 28 - Già capace di conquistare un buon numero di clienti grazie alla sua immagine alternativa e rivoluzionaria, la Kia Soul sorprende ancora proponendo per la prima volta nel suo segmento l’alimentazione a GPL con tecnologia ad iniezione diretta. Viene in sostanza offerta con l’esclusiva formula Eco-GPL+ targata Kia che rende ancor più attraente l’utilizzo del GPL. Si tratta infatti del primo impianto a gas liquido sviluppato per iniettare il combustibile direttamente nella camera di combustione con conseguenti vantaggi sia in termini di emissioni inquinanti sia per il rendimento motoristico. Il sistema Eco-GPL+ di Soul utilizza gli iniettori di serie del motore 1.6 GDI ad iniezione diretta di benzina consentendo una riduzione del 10% delle emissioni di CO2 (a 142 g/km) e di avviare il motore già a gas liquido eliminando la maggior parte dell’inquinamento a freddo. La Kia Soul 1.6 Eco-GPL+ vanta una potenza di 130 CV e una coppia massima di 154 Nm per una velocità massima di 185 km/h, simile a quella della versione a benzina. I consumi sono limitati a 8,8 litri/100 km, con risparmio netto di circa il 40% sul costo del carburante rispetto alla 1.6 GDI, e l’autonomia complessiva è di 1.300 km grazie al doppio serbatoio. Grazie al debutto della tecnologia Eco-GPL+, la gamma della Kia Soul è ora davvero completa potendo già contare su motori benzina e diesel, oltre alla variante elettrica, a soddisfare qualsiasi esigenza.
Ultime 10 news suSaloni
2014-07-23Tante novità Scania allo IAA: anche l’R 450 Milano, 23 - Alla IAA, Scania presenterà novità sotto forma di prodotti e servizi che contribuis... Milano, 23 - Alla IAA, Scania presenterà novità sotto forma di prodotti e servizi che contribuiscono direttamente a migliorare la redditività dei clienti di autobus e autocarri. Oltre ad ulteriori motori Euro 6, Scania introdurrà anche una serie di novità mirate a ridurre i costi operativi dei clienti o l’impatto ambientale. Con una delle più ampie gamme di motori Euro 6, nell'ultimo anno Scania ha ottenuto risultati interessanti e molto buoni in test indipendenti sui consumi di carburante. Il motore da 13 litri di Scania si è dimostrato eccezionalmente parsimonioso, soprattutto in combinazione con il solo SCR come metodo di post trattamento. Di recente Scania ha introdotto un’altra versione da 450 CV, anch’essa mirata a ridurre i consumi.Scania aveva già affrontato il tema con un 13 litri da 410 CV il cui scopo di mercato era la semplicità costruttiva e l’affidabilità, oltre naturalmente ai consumi. Inoltre vi sarà anche un nuovo retarder disinseribile che garantisce anche una maggior potenza frenante, 4.100 Nm anziché 3.500 Nm, oltre che un migliore effetto frenante a regimi inferiori grazie a più alti rapporti di trasmissione. Verrà introdotta anche un’altra opzione in cui il retarder può essere inserito solo con il pedale del freno.  Tuttavia il focus della presenza Scania all’IAA sarà, senza dubbio, la nuova contrattualistica di assistenza, decisamente più complessa e sofisticata della precedente, in grado di soddisfare qualunque esigenza.   Ovviamente saranno presenti all’IAA anche le classiche ammiraglie con motore V8, tuttavia Scania, per il mercato da 40/44 t di MTC punta sempre più su motori a sei cilindri di ampia cilindrata e potenza specifica contenuta, in controtendenza con moltissimi altri costruttori che preferiscono il downsizing.
2014-05-20Transpotec torna a Verona, appuntamento ad aprile 2015 Milano, 20 - Il Salone punta con determinazione alla leadership in Italia e nel Sud Europa con n... Milano, 20 - Il Salone punta con determinazione alla leadership in Italia e nel Sud Europa con nuove strategie per rilanciare il settore e una campagna dalla veste grafica completamente rinnovata.Ritornato con successo nel 2013, Transpotec Logitec guarda già all’edizione 2015. Il Salone dedicato ad autotrasporto e logistica organizzato da Fiera Milano, che ha chiuso la sua scorsa edizione con numeri al di là delle aspettative (20.753 operatori, 40.000 mq espositivi, 195 espositori e oltre 1.000 test drive su 7 aree esterne) tornerà a Verona tra meno di un anno,  dal 16 al 19 aprile 2015.Forte della fiducia accordata dagli operatori del settore, la manifestazione conferma anche per il 2015 la sua formula, pensata per favorire e promuovere tutte le professionalità della filiera e mettere al centro l’autotrasportatore con i prodotti e i servizi di cui ha bisogno. Intorno a lui verrà costruita tutta l’offerta di mostra, dai mezzi pesanti e commerciali, agli allestimenti, dai servizi all’aftermarket, dai componenti alle proposte di usato, per arrivare a concrete opportunità di formazione professionale realizzate in collaborazione con la fitta rete di partner che la manifestazione sta costruendo intorno a sé.    Editori e associazioni di settore metteranno infatti il loro know-how e la loro esperienza a servizio di seminari, workshop, iniziative interne ed esterne e aree di test drive che animeranno i quattro giorni di mostra. Un vero partner per le aziende vista la stasi del mercato interno, sta lavorando soprattutto sul fronte dell’internazionalizzazione. Grazie al potenziamento della rete di contatti internazionali e a un investimento raddoppiato, le aziende presenti e orientate all’export  potranno incontrare un maggior numero di buyer profilati, provenienti dall’estero e in particolare dai Paesi europei dell’Est Europa, dal bacino del Mediterraneo e dal Sud Italia.