Filtra le news
Foto
Tabella
Autolink News
lunedì 8/9
ID 93408Atk
pag 17920

V6 3.0 prodotto in sito Chrysler con supervisione di ingegneri Ferrari

Detroit, 8 - Come rivelato da Automotive News, durante l’estate i dipendenti dello stabilimento del Gruppo Chrysler di Trenton, Michigan, hanno iniziato ad assemblare senza clamori il motore in alluminio V6 di 3 litri sotto la supervisione di ingegneri della Ferrari. I componenti sono poi arrivati a Maranello per l’installazione finale per l’equipaggiamento delle Maserati Quattroporte e Ghibli. I ritmi di assemblaggio a Trenton sono al momento di 50 motori al giorno, destinati a crescere presto ad un’ottantina. Un’operazione che esalta le sinergie all’interno della neonata Fiat Chrysler Automobiles

giovedì 4/9
ID 93348Atk
pag 17914

Ok a FCA: valore recesso sotto i 500 milioni di Euro

Torino, 4 - Il controvalore complessivo dei diritti di recesso esercitato dagli azionisti Fiat ammonta a 463,6 milioni di Euro. Siamo quindi sotto il limite massimo dei 500 milioni e la fusione del Lingotto con Chrysler ha ora il via libera definitivo, sarà completata entro metà ottobre.

martedì 2/9
ID 93308Atk
pag 17904

Fiat/Chrysler: il diritto di recesso non supererà i 500 milioni

Torino, 2 - Il processo delle comunicazioni e delle relative certificazioni sarà completato entro giovedì, ma Fiat Spa ha già annunciato che l’ammontare da corrispondere agli azionisti che hanno esercitato il diritto di recesso e ai creditori in opposizione non supererà i 500 milioni di Euro consentendo dunque il via libera definitivo alla fusione con Chrysler, approvata dall’assemblea straordinaria dello scorso 1° agosto. Soddisfatti sia il Presidente John Elkann sia l’Amministratore Delegato Sergio Marchionne. Nel frattempo, quest’ultimo ha anticipato in questi giorni il desiderio di far debuttare Fiat Chrysler Automobiles a Wall Street il 13 ottobre.

6/8
ID 93300Atk
pag 17900

Fiat/Chrysler: smentite voci sui diritti di recesso

Torino, 6 - FCA ha smentito di aver già ricevuto un alto numero di dichiarazioni del diritto di recesso per la fusione. Cerca così di allentare la pressione di Piazza Affari.

4/8
ID 93246Atk
pag 17892

Via libera dai soci: è nata Fiat Chrysler Automobiles

Torino, 4 - Nel primo pomeriggio di venerdì scorso i soci che hanno partecipato all’assemblea straordinaria degli azionisti hanno definitivamente approvato la fusione transfrontaliera che darà vita a Fiat Chrysler Automobiles, settimo colosso automobilistico mondiale. È stata l’ultima assemblea al Lingotto, le prossime si terranno in Olanda (sede legale) e le riunioni del Consiglio di Amministrazione saranno ospitate da Londra (sede fiscale), mentre nel capoluogo piemontese rimarranno i piani alti europei. L’Amministratore Delegato, Sergio Marchionne, il grande fautore della storica fusione, ha ricordato gli straordinari passi avanti compiuti da Fiat rispetto a dieci anni fa quando era in pratica sull’orlo del fallimento.
Marchionne ha inoltre rassicurato i soci che soltanto la holding seguirà il diritto olandese e che quindi le attività italiane non saranno ridotte. Nella sala del Lingotto era rappresentato il 52% del capitale, pari a 655 milioni di azioni, e il via libera è arrivato con il sì dell’84% dei presenti.
Fiat sarà dunque incorporata in Fiat Investments, destinata a trasformarsi in Fiat Chrysler Automobiles, la nuova holding del Gruppo. Il manager italo-canadese ha spiegato che per il pagamento dei recessi sono stati stanziati 500 milioni di Euro, cifra da non superare sperando che quel 16% che ha votato no non eserciterà questo diritto, altrimenti fusione rimandata. L’esordio di Fiat Chrysler Automobiles a Wall Street è stimato per la metà di ottobre.

24/7
ID 93095Atk
pag 17864

Fiat-Chrysler: ISS consiglia no alla fusione

Milano, 24 - Proxy Advisor ISS consiglia agli azionisti Fiat di votare contro la fusione con Chrysler in occasione dell’assemblea straordinaria del prossimo 1° agosto. In una nota, ISS ritiene che l’operazione diminuirebbe i diritti degli azionisti.

23/7
ID 93070Atk
pag 17861

Fiat Chrysler protagonista alla Classic Days tedesca

Torino, 23 - Fiat Chrysler Automobiles sarà protagonista in Germania all’evento annuale Classic Days riservato alle auto del passato e ospitato vicino a Dusseldorf dal 1° al 3 agosto. Sotto i riflettori quattro modelli Alfa Romeo, due Lancia, tre Fiat e la Abarth 1000 Monomille del 1960.

23/7
ID 93051Atk
pag 17863
+

Chrysler aprirà centro asiatico Jeep per la personalizzazione

Detroit, 23 - Il Gruppo Chrysler aprirà in Corea il primo centro asiatico destinato alla personalizzazione delle Jeep. La struttura sorgerà ad Hanam, provincia di Gyeonggi, e dovrebbe avviare le operazioni già entro la fine del mese. Sarà data grande attenzione alla qualità produttiva di veicoli trasformabili e non ci si concentrerà soltanto sugli esterni, ma anche su vari servizi tra cui l’engine tuning.

9/7
ID 92838Atk
pag 17823
+

Chrysler blocca produzione della Viper

Detroit, 9 - Dopo averlo già fatto nei mesi scorsi, il Gruppo Chrysler ha nuovamente e temporaneamente sospeso la produzione della supersportiva Viper (targata SRT) presso lo stabilimento Corner Avenue di Detroit. Non si conoscono i motivi di questo nuovo blocco che durerà un paio di settimane prima della ripresa prevista per il 21 luglio. La Viper è equipaggiata con il motore V10 in alluminio di 8,4 litri capace di erogare 640 CV.

7/7
ID 92788Atk
pag 17814
+

Chrysler rafforzerà la gamma EcoDiesel

Chelsea, 7 - Nel giro del prossimo anno e mezzo il Gruppo Chrysler intende rafforzare la gamma di modelli equipaggiati con motori EcoDiesel assemblati da VM Motori al ritmo di circa 100 mila esemplari l’anno. Gli EcoDiesel (V6) sono già montati sul pick-up Ram 1500 e sulla Jeep Grand Cherokee. Circa la metà dei propulsori a gasolio è destinata al mercato nordamericano, il resto va ad affiancare modelli venduti in tutto il mondo.

3/7
ID 92753Atk
pag 17804

FCA: assemblea per la fusione convocata il 1° agosto

Milano, 3 - Fiat ha annunciato ieri sera la convocazione per il 1° agosto dell’assemblea straordinaria degli azionisti che sarà chiamata ad approvare il progetto di fusione per la creazione ufficiale di Fiat Chrysler Automobiles. In vaso di esito positivo (formalità), Fiat sarà incorporata in Fiat Investments e quest’ultima, con il perfezionamento della fusione, assumerà così la denominazione di Fiat Chrysler Automobiles N.V. diventando la società holding del Gruppo. Le azioni ordinarie di FCA saranno quotate al New York Stock Exchange e si prevede lo saranno anche alla Borsa di Milano.
Nel frattempo, l’Amministratore Delegato, Sergio Marchionne, si è recato stamane in visita allo stabilimento di Melfi, culla della nuova Jeep Renegade. Il manager italo-canadese ha incontrato i dirigenti della fabbrica dove è già partita la produzione in pre-serie del SUV compatto targato Jeep. L’assemblaggio vero e proprio scatterà tra alcune settimane e dopo l’estate l’impianto ospiterà la produzione anche della Fiat 500X che sarà esposta in anteprima al Salone di Parigi.

1/7
ID 92715Atk
pag 17796
+

Mitsubishi fornirà compatta berlina a Chrysler anche in Messico

Tokyo, 1 - Si rafforza la collaborazione in atto tra Mitsubishi e Chrysler. Dopo l’annuncio della scorsa settimana della fornitura della berlina compatta Mitsubishi Attrage per la distribuzione Chrysler nei mercati asiatici, ecco oggi la notizia che da novembre e per cinque anni la Casa nipponica fornirà a Chrysler la versione derivata dalla Attrage che è la sedan della Mirage hatchback venduta negli States. La vettura fornita al Gruppo americano è assemblata nello stabilimento thailandese Mitsubishi di Laem Chabang. Chrysler potrebbe distribuirla in Messico sotto l’egida Dodge.

1/7
ID 92716Atk
pag 17796

Ad agosto assemblea straordinaria Fiat per ok a fusione con Chrysler

Grugliasco, 1 - Al termine dell’assemblea degli industriali, tenutasi nella fabbrica Maserati di Grugliasco, l’Amministratore Delegato Sergio Marchionne ha ufficializzato che l’assemblea straordinaria della Fiat per l’approvazione della fusione con Chrysler si terrà ai primi di agosto. Il manager ha inoltre auspicato la quotazione di Fiat Chrysler Automobiles alla Borsa di New York entro ottobre. Per quanto riguarda il contratto di primo livello Fiat, Marchionne ha spiegato che si tenterà di chiudere al più presto, mentre sull’andamento dell’auto del secondo trimestre il Lingotto attende con fiducia i risultati.

27/6
ID 92664Atk
pag 17788
+

Mitsubishi fornirà Attrage a FCA per distribuzione asiatica

Tokyo, 27 - Secondo quanto anticipa il Nikkei, Mitsubishi fornirà la sua berlina Attrage a Fiat Chrysler Automobiles per la distribuzione nei mercati asiatici verso la fine di quest’anno. FCA dovrebbe vendere la vettura (prodotta da Mitsubishi in Thailandia) sotto l’egida Chrysler in Cina e in alcuni altri Paesi del Sud-Est asiatico consentendo al Gruppo di rafforzarsi nella regione.

26/6
ID 92646Atk
pag 17784
+

Chrysler investe 63 milioni di dollari a Warren, Michigan

Auburn Hills, 26 - Il Gruppo Chrysler ha annunciato un investimento di 63 milioni di dollari per ampliare la capacità produttiva dell’impianto Warren Stamping Plant, Michigan. L’iniziativa si è resa possibile dopo che le autorità locali hanno approvato la richiesta della Casa di tagliare le imposte fiscali. Come ricordato dal responsabile produzione del Gruppo, Mauro Pino, è necessario fare in modo che le strutture di stampaggio tengano il passo con i ritmi di assemblaggio quasi triplicati nell’ultimo quinquennio presso gli stabilimenti Chrysler, mantenendo nel contempo una qualità elevata. La fabbrica di Warren, inaugurata nel lontano 1949, fornisce componenti della scocca ai modelli Dodge Grand Caravan e Chrysler Town & Country costruiti a Windsor (Ontario), a Dodge Durango e Jeep Grand Cherokee prodotte al Jefferson North Assembly Plant di Detroit, alla Dodge Dart che esce da Belvidere (Illinois) e alla Cherokee assemblata a Toledo, Ohio. La capacità di Warren (circa 2.000 dipendenti) salirà a 12 mila stampi al giorno.

26/6
ID 92635Atk
pag 17787

Fiat Chrysler Automobiles guadagna terreno in Cina

Pechino, 26 - Fiat Chrysler Automobiles sta vedendo i primi frutti della strategia espansionistica in Cina, strategia che si consoliderà ulteriormente quando scatterà la produzione locale di Jeep, in programma dal secondo semestre del prossimo anno. Il Gruppo ha infatti archiviato maggio con vendite in crescita del 56,7% a 16.800 esemplari che portano il totale da inizio anno a 69.200 unità, il 59,7% in più rispetto ai primi cinque mesi dello scorso anno.

25/6
ID 92611Atk
pag 17783

Chrysler: Ben Winter guida la pianificazione prodotto Nafta

Auburn Hills, 25 - Importante novità manageriale in casa Chrysler. Il Gruppo ha infatti annunciato la nomina con effetto immediato di Ben Winter quale nuovo responsabile della pianificazione prodotto nell’area Nafta. Guiderà la ricerca e la programmazione di tutti i nuovi veicoli per il mercato nordamericano. Winter, che entra dunque a far parte del Chrysler Group Leadership Team, è sbarcato ad Auburn Hills nel 2008 nel ruolo di ingegnere capo per il segmento dei monovolume, ma ha iniziato la sua carriera professionale in Ford nel 1985. Fino a ieri ha gestito la progettazione e il lancio di veicoli di Chrysler.

24/6
ID 92585Atk
pag 17779

Chrysler: stop-start su Cherokee e 200

Detroit, 24 - Il Gruppo Chrysler equipaggerà con il sistema stop-start alcune versioni dei model year 2015 di Jeep Cherokee e Chrysler 200. In particolare, l’efficiente dispositivo sarà installato sulla Cherokee V6 3.2 che andrà in produzione dal 3° trimestre e sulla 200 di 2,4 litri che esordirà nel 4° trimestre. Le emissioni di CO2 scenderanno del 3%.

16/6
ID 92507Atk
pag 17752

Approvato progetto di fusione per la creazione di FCA

Torino, 16 - Il CdA di Fiat Spa ha approvato il progetto di fusione per la creazione della neonata Fiat Chrysler Automobiles che diventerà la società holding del Gruppo e che avrà sede in Olanda. Il via libera rappresenta un ulteriore passo nel piano di riorganizzazione annunciato lo scorso 29 gennaio a seguito dell’acquisto da parte di Fiat della restante partecipazione nel Gruppo Chrysler. Ai sensi del progetto di fusione, gli azionisti di Fiat riceveranno un’azione ordinaria di Fiat Chrysler Automobiles per ciascuna azione ordinaria Fiat da essi detenuta. Le azioni ordinarie di FCA saranno quotate al New York Stock Exchange e si prevede saranno quotate anche alla Borsa di Milano. Il progetto di fusione sarà sottoposto all’approvazione degli azionisti di Fiat nel corso di un’assemblea straordinaria che dovrebbe tenersi nel terzo trimestre.
Nel frattempo, in occasione di un evento veneziano tenutosi lo scorso venerdì pomeriggio, l’Amministratore Delegato del Gruppo Sergio Marchionne ha confermato i target 2014 di FCA che prevedono un utile netto tra 600 e 800 milioni di Euro e un giro d’affari attorno a 93 miliardi.

16/6
ID 92502Atk
pag 17753

Chrysler aggiunge cinque membri nel board

Auburn Hills, 16 - A partire dal 10 giugno il Gruppo Chrysler ha nominato sei nuovi direttori aggiungendone in pratica cinque al board, e portando così a 13 il totale dei posti. La vera novità esterna alla Casa è rappresentata da Hermann Waldemer al posto di Doug Steenland. Prima di approdare ad Auburn Hills, Waldemer è stato responsabile finanziario di Philip Morris International dove Sergio Marchionne ha un posto nel board. Gli altri cinque nuovi membri sono tutti già top executive del Gruppo. Si tratta di Reid Bigland, Richard Palmer, Michael Manley (Ceo di Jeep), Giorgio Fossati e Michael Keegan.

21/5
ID 92126Atk
pag 17685

FCA: quartier generale a Londra con 50 persone

Milano, 21 - La sede del quartier generale che la nuova Fiat Chrysler Automobiles ha fissato a Londra (apertura per fine anno) avrà uno staff composto da 50 persone. Lo rivela Automotive News Europe, secondo il quale la maggior parte degli addetti può vantare un eccellente background finanziario.

16/5
ID 92042Atk
pag 17672

Chrysler: ibrido priorità nel lungo periodo

Auburn Hills, 16 - Il Gruppo Chrysler, al pari degli altri costruttori del Paese, dovrà adeguarsi al rispetto dei severi standard su consumi ed emissioni previste in USA per il 2015. Il Presidente Sergio Marchionne ha così anticipato che nel lungo periodo la tecnologia ibrida diventerà una priorità per la Casa. In sostanza, le vetture ibride rappresenteranno in futuro una buona fetta della gamma Chrysler.

15/5
ID 92021Atk
pag 17671
+

Ordini boom in USA per la nuova Chrysler 200

Auburn Hills, 15 - La prevista offensiva del marchio Chrysler inizia con i migliori auspici. La clientela americana ha infatti reagito alla grande all’avvio della commercializzazione della nuova 200, ordinata da 10 mila appassionati nel primo giorno disponibile (8 maggio), da oltre 17 mila nei primi due giorni e più di 20 mila in questa prima settimana di lancio. Ordinazioni che coprono già la piena capacità produttiva fino alla metà di luglio presso la fabbrica di Sterling Heights. La Chrysler 200 è distribuita negli States nelle versioni LX, Limited, S e C ed è la prima vettura del Gruppo Fiat Chrysler Automobiles a disporre del nuovo cambio automatico a 9 marce.

14/5
ID 92013Atk
pag 17664
+

Chrysler ha inaugurato stabilimento cambi in Indiana

Tipton, 14 - Il Gruppo Chrysler ha inaugurato lo stabilimento di Tipton, Indiana, dedicato alla produzione di un nuovo cambio a nove rapporti ad elevata efficienza che equipaggerà inizialmente la Chrysler 200 e la Jeep Cherokee. Alla cerimonia era presente anche il Presidente e Amministratore Delegato, Sergio Marchionne, il quale ha ricordato che il Gruppo ha investito nell’operazione 162 milioni di dollari e che la fabbrica impiegherà 850 lavoratori entro la fine del prossimo anno contro i circa 200 di oggi. Molto soddisfatti anche i rappresentanti del sindacato UAW guidati da Rich Boruff. Tipton rappresenterà un autentico hub globale per la produzione della trasmissione a nove marce con una capacità stimata in 800 mila esemplari l’anno destinati, come detto, alla Jeep Cherokee assemblata a Toledo, Ohio, e alla Chrysler 200 costruita a Sterling Heights, Michigan. Ma l’innovativo cambio andrà ad arricchire la gamma anche delle Fiat/Chrysler prodotte a Melfi, in Turchia, in Brasile e in Cina.
L’apertura di Tipton è stata l’occasione per Marchionne di tornare sul piano quinquennale presentato recentemente ad Auburn Hills e da molti giudicato troppo ambizioso (7 milioni di veicoli venduti da Fiat Chrysler Automobiles entro il 2018). “I target sono target, ma anche se non li rispetto del 10% ... la società sarà comunque redditizia. Il Gruppo ha bisogno di una direzione e l’esercizio della leadership richiede la definizione di alcuni obiettivi piuttosto audaci”. Confermate la sede spostata a Londra (per le riunioni dei CdA) e la quotazione al New York Stock Exchange entro fine anno.

13/5
ID 91989Atk
pag 17660

Chrysler: perdita netta di 690 milioni di dollari

Auburn Hills, 13 - Il Gruppo Chrysler ha chiuso il primo trimestre con una perdita netta di 690 milioni di dollari a causa dell’impatto negativo del rimborso del debito a Veba e dell’integrazione con Fiat. Il giro d’affari è invece cresciuto del 23% a circa 19 miliardi grazie alle vendite aumentate a 621 mila veicoli.

Mostra altre 25.