Filtra le news
Foto
Tabella
Autolink News
venerdì 21/11
ID 94573Atk
pag 18136
+

BMW produrrà più i8 per ridurre l’attesa

Los Angeles, 21 - BMW avrà bisogno di incrementare i ritmi di produzione della i8 per ridurre gli attuali eccessivi tempi di attesa per entrare in possesso dell’ibrida plug-in stante la domanda superiore alle aspettative. Lo ha anticipato il responsabile vendite e marketing del Gruppo bavarese, Ian Robertson, nel ricordare che l’attesa per la i8 è oggi attorno ai 18 mesi, soprattutto in alcuni mercati. Si punterà a scendere a sei mesi. La i8 è costruita nella fabbrica BMW di Lipsia (da dove esce anche l’elettrica i3) ed è in commercio da giugno.

venerdì 21/11
ID 94557Atk
pag 18138

BMW investe per costruire sito motori in Thailandia

Bangkok, 21 - BMW sta investendo l’equivalente di circa 18 milioni di dollari per costruire un nuovo stabilimento motoristico in Thailandia in collaborazione con la partner locale Powertech Engine Assembly. Lo ha annunciato il membro del board, Klaus Draeger. Sarà il primo impianto BMW specializzato nella produzione di motori nell’Asean. La fabbrica sorgerà nella zona industriale di Ra­yong e avvierà le attività verso la fine del prossimo anno con i 4 cilindri diesel, cui seguiranno un anno dopo i 4 cilindri benzina. BMW ha inoltre confermato che incrementerà la capacità nel sito auto di Rayong (vi assembla la MINI Countryman) a 10 mila unità l’anno.

giovedì 20/11
ID 94551Atk
pag 18132

BMW teme margini di profitto in calo in Cina

Guangzhou, 20 - Il Gruppo BMW teme che la maggior competitività del mercato possa erodere i suoi margini di profitto in Cina. Lo ha anticipato il capo di BMW China, Karsten Engel, dagli stand del Salone di Guangzhou. La Casa stima però una crescita nel settore premium.

giovedì 20/11
ID 94536Atk
pag 18135
+

Problemi di fornitura rallentano la BMW i3

Francoforte, 20 - Problemi nella fornitura di materiali verso lo stabilimento di Moses Lake, Washington, (specializzato nella produzione della fibra di carbonio) stanno rallentando i ritmi produttivi dell’elettrica i3 nella fabbrica BMW di Lipsia. Un intoppo (presto superabile) nel trend di successo della vettura.

mercoledì 19/11
ID 94531Atk
pag 18128
+

BMW verso Serie 2 Active Tourer plug-in

Londra, 19 - Il prossimo anno BMW dovrebbe presentare una versione ibrida plug-in della nuova Serie 2 Active Tourer. Lo riferiscono fonti raccolte dal britannico Car Magazine. Previsto un motore elettrico abbinato ad un 3 cilindri 1.5 con batterie agli ioni di litio.

martedì 18/11
ID 94507Atk
pag 18124
+

La terza “i” di BMW sarà una i5 fuel cell?

Londra, 18 - Autocar ha pubblicato un’immagine di quelle che potrebbero essere le forme della futura nuova vettura della gamma “i” di BMW in aggiunta all’elettrica i3 e all’ibrida plug-in i8. Potrebbe chiamarsi i5 e sfruttare un sistema fuel cell derivato dalla Toyota FCV. Dovrebbe inoltre rappresentare una risposta alla Mercedes Classe B a idrogeno.

mercoledì 12/11
ID 94415Atk
pag 18108
+

X1 in produzione in sito brasiliano BMW

San Paolo, 12 - A circa un mese dall’avvio ufficiale delle attività produttive con la Serie 3, BMW ha ora assemblato anche il primo esemplare del SUV compatto X1 presso il nuovo stabilimento brasiliano di Araquari, stato di Santa Catarina. Il Gruppo bavarese sta investendo nella fabbrica altri 200 milioni di Euro che consentiranno di incrementare la capacità a circa 30 mila unità l’anno. Una volta a regime, entro il secondo semestre del prossimo anno, lo stabilimento avrà anche reparti dedicati alla carrozzeria e alla verniciatura ed amplierà l’offerta produttiva a BMW Serie 1 e X3 e alla MINI Countryman.

mercoledì 12/11
ID 94403Atk
pag 18111

BMW: rumors su Serie 1 Sport Cross attesa nel 2018

Francoforte, 12 - Il magazine tedesco Auto Bild ha recentemente pubblicato un articolo in cui si sostiene che nel 2018 BMW lancerà sui mercati una Serie 1 Sport Cross, attualmente conosciuta all’interno del Gruppo bavarese come X-Zero o New Entry Crossover. Le indiscrezioni, tutte da confermare, rivelano che il nuovo modello andrebbe a posizionarsi in gamma appena al di sotto della X1 e che disporrà sia della trazione anteriore che di quella integrale. Il design è sul tavolo, il progetto è ancora da approvare dai vertici BMW.

martedì 11/11
ID 94394Atk
pag 18104

Gruppo BMW già oltre gli 1,7 milioni di esemplari

Monaco, 11 - Il Gruppo BMW prosegue spedito nella marcia che lo porterà a chiudere l’anno con il nuovo record di vendite globali, superando la soglia dei 2 milioni di esemplari. I risultati continuano infatti ad essere molto positivi come dimostrato anche dal bilancio del singolo ottobre, durante il quale il Gruppo ha guadagnato l’11,1% sullo stesso mese del 2013 a 184.297 unità, delle quali 155.120 BMW (in crescita del 10,8%) e 28.834 MINI (in aumento del 13,4%). Ma a far capire che il Gruppo bavarese è sulla strada giusta per il nuovo primato annuale è il dato relativo ai primi dieci mesi. Da gennaio ad ottobre, l’incremento vendite è stato del 7% per un totale di 1.714.197 vetture, di cui 1.474.632 BMW (+9,3%) e 236.363 MINI (-5,3%). Ottimi i riscontri iniziali dell’elettrica i3, già a 13 mila unità nei dieci mesi.

martedì 11/11
ID 94381Atk
pag 18106

Lavoratori indiani BMW tra i più pagati nel settore

New Delhi, 11 - BMW è ormai alle fasi finali delle trattative con le unioni indiane per incrementare i salari dei lavoratori dello stabilimento di Chennai. Una volta siglato un accordo che appare molto probabile e che avrà una lunga durata, quelli di Chennai saranno tra gli addetti indiani del settore auto più pagati del Paese. Il Gruppo bavarese assembla oltre 6.000 esemplari l’anno nella fabbrica con la modalità dei componenti importati.

venerdì 7/11
ID 94342Atk
pag 18096

BMW e Toyota accelerano su piattaforma di sportive

Monaco, 7 - I Gruppi BMW e Toyota stanno accelerando nel progetto che prevede lo sviluppo congiunto di nuove vetture sportive sulla stessa piattaforma. La prima fase del programma avviato nel gennaio dello scorso anno sarebbe già stata completata. Il piano delle sportive a trazione posteriore rientra in una collaborazione a più ampio respiro tra i due Gruppi che comprende anche la ricerca nelle fuel cell.

giovedì 6/11
ID 94304Atk
pag 18095
+

BMW i3 già a 10.300 esemplari

Monaco, 6 - In occasione della pubblicazione della trimestrale del Gruppo BMW, il Presidente Norbert Reithofer ha annunciato che nei primi nove mesi sono state vendute globalmente 10.300 unità dell’elettrica i3. Buono anche l’avvio di carriera della plug-in i8 che da giugno a settembre ha conquistato 341 clienti.

martedì 4/11
ID 94275Atk
pag 18084

BMW migliora utili e ricavi nel terzo trimestre

Monaco, 4 - Il Gruppo BMW ha chiuso il terzo trimestre con profitti operativi e giro d’affari in crescita rispettivamente del 17,1% e del 4,5% a 2,256 e 19,600 miliardi di Euro. Bene il margine operativo (salito all’11,3%) e i volumi di vendita globali (+5,8% al nuovo record di 509.669 unità), mentre l’utile netto ha incassato un calo dell’1,2% a 1,314 miliardi di Euro. Per quanto riguarda i primi 9 mesi, i profitti operativi sono aumentati del 15,2%, l’utile netto del 12,7% a 4,547 miliardi e i ricavi del 3,4% a 57,740 miliardi di Euro, anche grazie alle immatricolazioni mondiali, cresciute del 6,5% a 1.529.880 esemplari. La Casa bavarese ha confermato tutti i target originali per l’intero esercizio 2014. Punta dunque a realizzare nuovi primati sia in termini di utili (in particolare quelli pre-tasse) e fatturato sia nelle vendite globali che supereranno la soglia dei 2 milioni di veicoli consentendo a BMW di mantenere la leadership mondiale nel segmento premium.

martedì 4/11
ID 94276Atk
pag 18084
+

BMW avvia produzione della Serie 2 Cabrio a Lipsia

Lipsia, 4 - Dalle catene di montaggio del sito BMW di Lipsia è uscito il primo esemplare della nuova Serie 2 Cabrio, erede della Serie 1 “scoperta” prodotta nella stessa fabbrica dal 2007 al 2013 e venduta globalmente in 130 mila unità. BMW ha organizzato una serie di corsi di formazione per preparare i lavoratori di Lipsia all’arrivo della Serie 2 Cabrio che ora affianca nell’impianto l’assemblaggio dei modelli Serie 2 Coupé, Serie 2 Active Tourer, Serie 1 cinque porte e X1, oltre all’elettrica i3 e alla plug-in i8.

lunedì 3/11
ID 94254Atk
pag 18080
+

BMW: 3 e 4 cilindri su stessa linea in Austria

Steyr, 3 - Avviata la produzione dei nuovi motori modulari del Gruppo BMW presso la fabbrica austriaca di Steyr. In sostanza, i nuovi propulsori a 3 e 4 cilindri benzina e diesel sono assemblati sulla stessa linea produttiva dell’impianto, il massimo della flessibilità. Dallo stabilimento (dove la Casa bavarese ha investito 90 milioni di Euro nel 2013) usciranno circa 5.500 motori al giorno.

lunedì 3/11
ID 94241Atk
pag 18083

BMW alla Scala: “Grandi Opere per Piccoli”

San Donato M.se, 3 - Da oltre 10 anni BMW Italia è sponsor del Teatro alla Scala di Milano come Fornitore Ufficiale e dal 2005 è partner della serata inaugurale. Ora la Casa aggiunge il supporto per l’iniziativa “Grandi Opere per Piccoli”, programma di 15 appuntamenti destinati ai bambini e alla famiglie per far sì che si avvicinino alla lirica.

31/10
ID 94218Atk
pag 18078
+

BMW celebra 40 mila unità prodotte a Chennai

New Delhi, 31 - BMW ha festeggiato la produzione del 40millesimo esemplare nello stabilimento indiano di Chennai. La fabbrica ha avviato le operazioni sette anni fa ed attualmente assembla i modelli Serie 1, Serie 3, Serie 3 Gran Turismo, Serie 5, Serie 7, X1, X3 e X5. Il sito di Chennai sorge in una zona ad elevata crescita economica e ha consentito a BMW di scalare le classifiche in India.

30/10
ID 94209Atk
pag 18073

Progetto Link Collection vince il BMW Creative Lab 2014

San Donato M.se, 30 - È Serena Bonomi la vincitrice della seconda edizione di BMW Creative Lab, iniziativa di BMW Group Italia in collaborazione con BMW DesignworksUSA per individuare giovani talenti anche internazionali e promuovere il valore del design per il Gruppo bavarese. La Bonomi si è imposta grazie al progetto Link Collection che ha interpretato il tema “Apparel design for smart mobility”. Riceverà in premio uno stage di sei mesi presso BMWDesignworksUSA Munich Studio e presso Napapijiri, VF International.

30/10
ID 94196Atk
pag 18074
+

Nuove X5 e X6 M in anteprima al Salone di Los Angeles

Monaco, 30 - La divisione M del Gruppo BMW ridefinisce il benchmark nel segmento degli High Performance Sports Activity Vehicle e delle Sports Activity Coupé con la presentazione in anteprima mondiale al Los Angeles Auto Show delle nuove X5 M e X6 M. I due modelli sono chiamati a replicare il successo della serie precedente quando le vetture M furono per la prima volta abbinate alla famiglia X della Casa bavarese. Anche con la sigla M, anzi con maggior forza, le X5 e X6 si caratterizzano per i loro valori eclusivi quali robustezza, agilità, high-performance e la trazione integrale. Sotto il cofano dei due modelli “romba” un nuovo motore TwinPower Turbo, il propulsore più potente fino ad oggi sviluppato da BMW per auto a trazione integrale. Si tratta di un V8 di 4,4 litri capace di erogare una potenza di 575 CV tra 6.000 e 6.500 giri (+4% rispetto alla generazione precedente) e di sviluppare una coppia di 750 Nm tra 2.200 e 5.000 giri (+20%). In abbinamento al cambio M Steptronic di serie ad otto rapporti, X5 M e X6 M raggiungono una velocità massima di 250 km/h (limitata elettronicamente) e sfrecciano da 0 a 100 orari in appena 4,2 secondi a fronte di consumi ridotti di oltre il 20% a 11,1 litri/100 km. A differenziare le nuove versioni M dalla gamma tradizionale di X5 e X6 le grosse prese d’aria nella sezione anteriore, le branchie laterali con il nome del modello e gli Air Brea­ther, gli specchietti retrovisori esterni M a piede sdoppiato, l’impianto di scarico M a quattro vie e lo spoiler posteriore della X6 M. L’offerta esclusiva è completata dai cerchi in lega M da 20 pollici di serie. All’interno, spiccano dettagli sportivi e  materiali pregiati, tra gli optional i cerchi in lega M da 21 pollici.

29/10
ID 94179Atk
pag 18069
+

Espansione BMW: network di 30 siti produttivi in 14 Paesi

Monaco, 29 - La straordinaria espansione globale del Gruppo BMW negli ultimi decenni, che gli ha permesso di conquistare saldamente la leadership mondiale nel segmento premium, si deve anche ai massicci investimenti per consolidare l’attività produttiva. La Casa bavarese ha costruito nuovi stabilimenti e ha rafforzato le operazioni negli impianti già attivi, in attesa di un’ulteriore nuova fabbrica che sorgerà nella città messicana di San Luis Potosì, le cui attività scatteranno nel 2019. Comprendendo anche i siti dedicati all’assemblaggio di motori e componenti, oggi il Gruppo BMW opera produttivamente in 30 stabilimenti suddivisi in 14 mercati internazionali. La parte del leone spetta ovviamente alla Germania.
Il sito centrale del Gruppo sorge vicino al quartier generale di Monaco, impianto inaugurato nel 1922 per la produzione di motori aerei e di moto. L’assemblaggio delle autovetture è iniziato nel 1952 e da allora oltre 9,3 milioni di esemplari hanno lasciato le catene di montaggio. Oggi, 7.250 addetti lavorano alla produzione di 950 unità al giorno articolate sui modelli Serie 3 berlina e Touring, Serie 4 Coupé e M4 Coupé. Da Monaco escono inoltre quotidianamente 2.000 motori. La fabbrica più grande del Gruppo è quella di Dingolfing che impiega 17.500 dipendenti impegnati nell’assemblaggio giornaliero di 1.500 esemplari suddivisi tra le Serie 3, 4, 5, 6 e 7. A Regensburg (impianto datato 1986, già 5,5 milioni di unità assemblate) vengono costruite Serie 1 tre e cinque porte, Serie 3 berlina, M3 sedan, Serie 4 Cabrio e Z4 grazie all’impegno di circa 9.000 lavoratori. Lipsia è una fabbrica più recente, inaugurata nel marzo del 2005 con capacità attuale di 740 vetture al giorno e 4.000 addetti. Vi si assemblano Serie 1 cinque porte, Serie 2 Coupé, Cabrio e Active Tourer, X1 e le novità “verdi” i3 e i8.
Passiamo ora alla panoramica internazionale. In questo caso, l’impianto più significativo è quello americano di Spartanburg, Sud Carolina, che nel 2014 sta festeggiando il 20° anniversario e oltre 2,6 milioni di veicoli prodotti. È la culla della gamma X con X3, X5, X5 M, X6, X6 M e X4, in attesa della X7, e vi lavorano oltre 8.000 addetti. Il Gruppo è inoltre attivo negli stabilimenti di Rosslyn, Sud Africa, aperto nel 1973 e dove oggi 3.200 dipendenti assemblano la Serie 3 berlina per il mercato locale e l’export, e di Dadong e Tiexi, Cina, grazie alla joint venture con Brilliance. Dal 2004, dai siti cinesi escono Serie 3 e Serie 5 (anche a passo lungo) e X1, mentre un altro impianto li supporta con la fornitura di motori. È invece appena stato inaugurato lo stabilimento brasiliano di Araquari, stato di Santa Catarina (1.300 addetti), dove la capacità iniziale è di circa 30 mila unità l’anno suddivise tra Serie 1 cinque porte, Serie 3 berlina, X1, X3 e MINI Countryman.
E a proposito di MINI, come non ricordare la storica fabbrica britannica di Oxford? Oggi impiega circa 4.000 dipendenti che contribuiscono ad assemblare 1.000 MINI al giorno su tre linee. Rappresenta il cuore del cosiddetto triangolo produttivo britannico che comprende anche i siti di Swindon e Hams Hall. Altra fabbrica storica è quella Rolls-Royce di Goodwood, culla dell’articolata gamma Phantom, oltre che di Ghost e Wraith.

23/10
ID 94070Atk
pag 18052
+

Ipotesi di collaborazione tra BMW e Tesla

Francoforte, 23 - La decisione Daimler di cedere la re­stante quota del 4% di Tesla ha sorpreso gli investitori e potrebbe aprire nuovi scenari nel panorama mondiale dell’alimentazione alternativa e non solo. Se­con­do gli analisti, infatti, Tesla potrebbe ora ap­­procciare BMW, tra le pioniere nell’utilizzo della fibra di carbonio.

21/10
ID 94036Atk
pag 18044
+

BMW: ripresa europea ancora rallentata

Francoforte, 21 - Il mercato eu­ropeo è certamente in ripresa in confronto con gli anni precedenti caratterizzati dalla crisi, ma non si intravedono ancora segnali di un miglioramento radicale. È la tesi di Friedrich Eichiner, il responsabile finanziario del Gruppo BMW, secondo il quale ci vorrà ancora tempo prima di un ritorno ai li­velli pre-crisi. In ogni caso, anche l’Eu­ropa sta contribuendo ai costanti ri­sul­tati record del Gruppo.

20/10
ID 93993Atk
pag 18043
+

BMW M4 speciale per il trionfo di Wittmann nel DTM

Monaco, 20 - Nella sua stagione di debutto, la BMW M4 ha consentito a Marco Wittmann del team RMG di aggiudicarsi il titolo piloti nel campionato tedesco DTM (titolo marche all’Audi). Per festeggiare il trionfo, la divisione M della Casa bavarese ha realizzato una versione speciale della vettura denominata M4 DTM Champion Edi­tion. Sarà disponibile in tiratura limitata a 23 esemplari prendendo spunto dal numero della M4 di Wittmann e offerta esclusivamente con tinta di carrozzeria Alpine White. Nelle portiere spicca l’autografo di Wittmann, a bordo largo uso di fibra di carbonio e di Alcantara, mentre i cerchi sono da 19 pollici. Sotto il cofano spinge il sei cilindri M TwinPower Turbo da 431 CV (abbinato alla trasmissione M DCT) che consente alla M4 DTM Champion Edition di accelerare da 0 a 100 orari in appena 4,1 secondi.

16/10
ID 93963Atk
pag 18033

Progetto BMW per i bambini colpiti da patologie neurologiche

San Donato M.se, 16 - Si chiama “SpecialMente” ed è un progetto avviato da BMW Italia a sostegno della missione di Dynamo Camp indirizzata ai bambini e ai ragazzi colpiti da patologie neurologiche. BMW Italia è in­fatti partner strategico di Dynamo Camp anche grazie al rapporto ultra decennale con l’Irccs Ospedale San Raffaele di Milano attraverso la BMW Research Unit - Osr diretta dal Prof. Gianvito Martino. “SpecialMente” si fonda su quattro pi­lastri: formazione, informazione, assistenza e ricerca. Focus anche sullo stimolo a divertirsi per i bambini con attività lu­dico-ricreative al chiuso e all’aperto.

16/10
ID 93957Atk
pag 18034
+

Gamma X di BMW: 3,3 milioni di esemplari venduti in 15 anni

Monaco, 16 - Inizialmente utilizzata da BMW per identificare i modelli equipaggiati con la trazione in­tegrale (correva la metà degli anni ottanta), la lettera X divenne per la Casa bavarese un autentico must 15 anni fa. Dal 1999 la X è il simbolo di una nuova categoria di veicoli e di una modalità speciale del tradizionale piacere di guida targato BMW. La prima vettura fu la X5 con la quale BMW lanciò l’inedito segmento degli Sports Activity Vehicle e nel corso degli anni sono poi arrivate la X3, la X1 e la X6. Tut­te, ad eccezione della X1 rimasta in Germania, sono prodotte in quella che è diventata la vera e propria culla dei SAV di Monaco, vale a dire la fabbrica di Spartanburg, Sud Caro­lina. Stabilimento che ora accoglie anche la nuova X4 e che so­prattutto ospiterà tra pochi anni l’assemblaggio anche della più grande X7, come è stato confermato in occasione dei fe­steggiamenti del ventennale dell’impianto di Spartanburg. Il successo globale della gamma X di BMW è testimoniato da­gli oltre 3,3 milioni di esemplari venduti e dal fatto che oggi in­cide per quasi un terzo sul totale delle im­matricolazioni mon­diali del Gruppo. Born in the USA so­no anche le varianti X5 M e X6 M.

Mostra altre 25.