Filtra le news
Foto
Tabella
Autolink News
ieri
ID 94230Atk
pag 18076
+

Rinnovata Camry prodotta in Russia dal 5 novembre

Mosca, 31 - Il 5 novembre Toyota avvierà ufficialmente la produzione della rinnovata Camry presso il suo stabilimento russo di San Pietroburgo. Ma già da domani saranno aperte le ordinazioni. La fabbrica di San Pietroburgo (assemblate 35.700 Camry da inizio anno, il 25% in più) ospiterà la produzione anche della nuova Rav4 a partire dal 2016.

ieri
ID 94234Atk
pag 18076

Giappone: produzione meglio delle esportazioni a giugno

Tokyo, 31 - Le otto principali Case giapponesi han­no diramato i risultati di settembre relativi a produzione ed ex­port. La produzione domestica ha visto la leader Toyota perdere lo 0,9%, male anche Mazda, Honda, Nissan e Mitsubishi, in rialzo Suzuki e Fuji Heavy. Andamento generale migliore per quanto riguarda la produzione globale con Toyota, Mazda, Suzuki, Honda e Fuji Heavy in aumento. La produzione mensile combinata degli otto costruttori ha incassato una flessione del 2,6% sullo stesso mese dello scorso anno per un totale di 851.051 esemplari.
A livello di export, detto che a crescere sono state soltanto Toyota, Fuji Heavy e Mitsubishi, il dato generale di settembre parla di un calo del 3,3% a complessivi 410.181 veicoli.

ieri
ID 94218Atk
pag 18078
+

BMW celebra 40 mila unità prodotte a Chennai

New Delhi, 31 - BMW ha festeggiato la produzione del 40millesimo esemplare nello stabilimento indiano di Chennai. La fabbrica ha avviato le operazioni sette anni fa ed attualmente assembla i modelli Serie 1, Serie 3, Serie 3 Gran Turismo, Serie 5, Serie 7, X1, X3 e X5. Il sito di Chennai sorge in una zona ad elevata crescita economica e ha consentito a BMW di scalare le classifiche in India.

ieri
ID 94219Atk
pag 18078

Produzione AvtoVaz verso i 700 mila veicoli

Mosca, 31 - AvtoVaz sta sviluppando un nuovo motore benzina 1.8 per la sua gamma Lada. Operazione che contribuirà a soddisfare l’obiettivo della Casa russa di incrementare la produzione a quasi 700 mila unità nel 2015. I ritmi 2014 si fermeranno a 544 mila veicoli.

ieri
ID 94220Atk
pag 18078
+

Honda assemblerà HR-V in Argentina

Buenos Aires, 31 - Honda ha confermato che investirà l’equivalente di circa 30 milioni di dollari per consentire all’impianto argentino di Campana di ospitare l’assemblaggio della nuova HR-V, conosciuta come Vezel in altri mercati. La produzione locale di HR-V scatterà entro il primo quadrimestre del 2015 con l’obiettivo di costruire circa 15 mila unità l’anno per crescere successivamente.

ieri
ID 94222Atk
pag 18078
+

Kia avvia attività produttiva in Nigeria

Lagos, 31 - Kia ha avviato le attività produttive in Nigeria grazie ad una recente collaborazione siglata con il distributore locale Dana Motors Limited. I primi modelli disponibili sul mercato africano sono Rio, Cerato e Optima, presentate all’Abuja International Motor Fair. La Nigeria è considerata il mercato africano più promettente.

giovedì 30/10
ID 94213Atk
pag 18072
+

Audi celebra 20 anni di A4 a Ingolstadt

Ingolstadt, 30 - Audi festeggia 20 anni di produzione della A4 nel suo stabilimento centrale di Ingolstadt. Dal 1994 ad oggi, la vettura (giunta alla quarta generazione e lanciata come erede della serie 80) è stata venduta globalmente in oltre 6 milioni di esemplari diventando l’Audi di maggior successo di sempre. Attualmente, da Ingolstadt escono 700 unità della A4 al giorno e lo scorso anno i ritmi di assemblaggio nel sito hanno superato le 576 mila vetture, un terzo delle quali proprio della gamma A4.

giovedì 30/10
ID 94215Atk
pag 18072
+

Impianto brasiliano JLR inizierà con Discovery Sport

Londra, 30 - La nuova Discovery Sport sarà la prima vettura ad uscire dalle catene di montaggio del nuovo stabilimento brasiliano che Jaguar Land Rover sta costruendo a Itatiaia, frutto di un investimento dell’equivalente di circa 240 milioni di Euro. La produzione del SUV Land Rover scatterà nel 2016 per una capacità iniziale fissata a 24 mila unità l’anno. Anche la fabbrica brasiliana contribuirà a soddisfare il target JLR di portare le vendite a 750 mila unità nel 2020.

giovedì 30/10
ID 94208Atk
pag 18073
+

La nuova VW Jetta sarà prodotta in impianto brasiliano

San Paolo, 30 - Al Salone di San Paolo, Volkswagen ha annunciato che la nuova generazione della Jetta sarà prodotta nello stabilimento brasiliano di São Bernardo do Campo, stato di San Paolo, a partire dal secondo trimestre del 2015. L’obiettivo è assemblarne circa 18 mila esemplari l’anno, ma le versioni top della stessa Jetta continueranno ad essere importate localmente dalla storica fabbrica messicana di Puebla. La Jetta è esposta al Salone di San Paolo insieme a Fox Pepper concept, SpaceFox, SpaceCross e Saveiro Surf, prototipo di pick-up.

mercoledì 29/10
ID 94179Atk
pag 18069
+

Espansione BMW: network di 30 siti produttivi in 14 Paesi

Monaco, 29 - La straordinaria espansione globale del Gruppo BMW negli ultimi decenni, che gli ha permesso di conquistare saldamente la leadership mondiale nel segmento premium, si deve anche ai massicci investimenti per consolidare l’attività produttiva. La Casa bavarese ha costruito nuovi stabilimenti e ha rafforzato le operazioni negli impianti già attivi, in attesa di un’ulteriore nuova fabbrica che sorgerà nella città messicana di San Luis Potosì, le cui attività scatteranno nel 2019. Comprendendo anche i siti dedicati all’assemblaggio di motori e componenti, oggi il Gruppo BMW opera produttivamente in 30 stabilimenti suddivisi in 14 mercati internazionali. La parte del leone spetta ovviamente alla Germania.
Il sito centrale del Gruppo sorge vicino al quartier generale di Monaco, impianto inaugurato nel 1922 per la produzione di motori aerei e di moto. L’assemblaggio delle autovetture è iniziato nel 1952 e da allora oltre 9,3 milioni di esemplari hanno lasciato le catene di montaggio. Oggi, 7.250 addetti lavorano alla produzione di 950 unità al giorno articolate sui modelli Serie 3 berlina e Touring, Serie 4 Coupé e M4 Coupé. Da Monaco escono inoltre quotidianamente 2.000 motori. La fabbrica più grande del Gruppo è quella di Dingolfing che impiega 17.500 dipendenti impegnati nell’assemblaggio giornaliero di 1.500 esemplari suddivisi tra le Serie 3, 4, 5, 6 e 7. A Regensburg (impianto datato 1986, già 5,5 milioni di unità assemblate) vengono costruite Serie 1 tre e cinque porte, Serie 3 berlina, M3 sedan, Serie 4 Cabrio e Z4 grazie all’impegno di circa 9.000 lavoratori. Lipsia è una fabbrica più recente, inaugurata nel marzo del 2005 con capacità attuale di 740 vetture al giorno e 4.000 addetti. Vi si assemblano Serie 1 cinque porte, Serie 2 Coupé, Cabrio e Active Tourer, X1 e le novità “verdi” i3 e i8.
Passiamo ora alla panoramica internazionale. In questo caso, l’impianto più significativo è quello americano di Spartanburg, Sud Carolina, che nel 2014 sta festeggiando il 20° anniversario e oltre 2,6 milioni di veicoli prodotti. È la culla della gamma X con X3, X5, X5 M, X6, X6 M e X4, in attesa della X7, e vi lavorano oltre 8.000 addetti. Il Gruppo è inoltre attivo negli stabilimenti di Rosslyn, Sud Africa, aperto nel 1973 e dove oggi 3.200 dipendenti assemblano la Serie 3 berlina per il mercato locale e l’export, e di Dadong e Tiexi, Cina, grazie alla joint venture con Brilliance. Dal 2004, dai siti cinesi escono Serie 3 e Serie 5 (anche a passo lungo) e X1, mentre un altro impianto li supporta con la fornitura di motori. È invece appena stato inaugurato lo stabilimento brasiliano di Araquari, stato di Santa Catarina (1.300 addetti), dove la capacità iniziale è di circa 30 mila unità l’anno suddivise tra Serie 1 cinque porte, Serie 3 berlina, X1, X3 e MINI Countryman.
E a proposito di MINI, come non ricordare la storica fabbrica britannica di Oxford? Oggi impiega circa 4.000 dipendenti che contribuiscono ad assemblare 1.000 MINI al giorno su tre linee. Rappresenta il cuore del cosiddetto triangolo produttivo britannico che comprende anche i siti di Swindon e Hams Hall. Altra fabbrica storica è quella Rolls-Royce di Goodwood, culla dell’articolata gamma Phantom, oltre che di Ghost e Wraith.

mercoledì 29/10
ID 94178Atk
pag 18070
+

Il West Bengala ridarebbe il benvenuto alla produzione Tata

Kolkata, 29 - Le autorità della regione indiana del West Bengala stanno cercando di convincere il Gruppo Tata a riconsiderare l’attività produttiva nella città di Singur. È bene ricordare che Tata, quando presentò la famigerata e mai convincente super low cost Nano nel 2008, aveva scelto proprio Singur per la sede produttiva della nuova vettura che avrebbe dovuto rivoluzionare la mobilità indiana (obiettivo fallito). Ma le proteste, anche violente, dei contadini della zona espropriati dei propri terreni avevano convinto l’ex patron della Casa, Ratan Tata, ad abbandonare il progetto di Singur per orientarsi sulla fabbrica di Sanand, regione del Gujarat. I rappresentanti ufficiali del West Bengala tornano ora alla carica sperando di convincere Tata a riaprire il discorso Singur, anche per rivitalizzare l’economia della regione. Le trattative tra le due parti sono già in atto.

martedì 28/10
ID 94156Atk
pag 18064
+

Gruppo PSA ridurrà l’organico a Poissy

Parigi, 28 - Il Gruppo PSA avrebbe pianificato un ulteriore taglio di 98 addetti presso lo stabilimento di Poissy. Lo ha rivelato Le Monde. La Casa ha anticipato all’unione sindacale francese CGT che 43 membri dell’organico dovrebbero essere ricollocati in altre fabbriche, mentre permane una grande incertezza sul futuro degli altri 55 lavoratori.

martedì 28/10
ID 94161Atk
pag 18064

Produzione Giappone +0,5% nel semestre fiscale

Tokyo, 28 - La produzione giapponese delle otto principali Case del Paese hanno registrato una crescita dello 0,5% nel primo semestre fiscale (aprile-settembre) per un totale di 4.507.721 esemplari. Nel singolo settembre, il settore ha perduto il 3,3% a 799.984 unità. Nei sei mesi, bene Honda, Suzuki, Mazda, Mitsubishi e Fuji Heavy, in calo Toyota e Nissan.

martedì 28/10
ID 94132Atk
pag 18067

Thailandia: rinvio produttivo per le eco-car

Bangkok, 28 - Le difficoltà del mercato locale, causate soprattutto dall’instabilità politica, stanno ritardando l’avvio produttivo in Thailandia delle nuove eco-car volute dal Governo. Coinvolte in particolare le previste novità di Mitsubishi e Nissan.

lunedì 27/10
ID 94128Atk
pag 18060
+

Telaio del SUV Bentley nel sito slovacco di VW

Bratislava, 27 - Volkswagen parteciperà attivamente allo sviluppo produttivo del preannunciato primo SUV targato Bentley e ribattezzato Falcon. Secondo la stampa locale, il telaio del modello sarà assemblato nello stabilimento slovacco di Bratislava del Gruppo tedesco. Il telaio prodotto in Slovacchia raggiungerà poi la storica fabbrica britannica di Crewe per l’assemblaggio finale.

lunedì 27/10
ID 94116Atk
pag 18061
+

Fiat produrrà SUV Jeep di lusso in India da fine 2016

New Delhi, 27 - Ora che si è concretizzata la fusione con Chrysler, Fiat prova finalmente a dare un’accelerata alle sue operazioni in India, mercato nel quale è colpevolmente in ritardo rispetto ad una concorrenza nel Paese che sta invece viaggiando a doppia velocità. Fiat Chrysler Automobiles, come anticipa l’Economic Times, ha infatti in programma di avviare la produzione locale di un SUV premium targato Jeep dalla fine del 2016 presso lo stabilimento di Ranjangaon. Il SUV non sarà destinato soltanto all’India, ma sarà esportato anche in alcuni selezionati mercati europei, oltre che in Sud Africa, per attenuare le perdite che il Gruppo continua ad accusare nelle attività indiane. Per il momento si ipotizza che il SUV premium Jeep sarà assemblato in decine di migliaia di esemplari e andrà  a sfidare le rivali nel sempre più competitivo segmento C. Secondo le fonti raccolte da Economic Times, un annuncio ufficiale in tal senso è atteso nelle prossime settimane. FCA sta inoltre lavorando sulla piattaforma modulare 326 dalla quale nei prossimi due-tre anni usciranno le varianti rinnovate di Punto e Linea da distribuire come Fiat. Già da tempo si sa, comunque, che l’offensiva del Gruppo in India si articolerà soprattutto sul brand Jeep.

lunedì 27/10
ID 94120Atk
pag 18061

Isuzu raddoppierà produzione in Thailandia

Bangkok, 27 - Secondo quanto anticipato dal responsabile della divisione locale, Hiroshi Nakagawa, nel giro dei prossimi cinque anni Isuzu conta di raddoppiare la produzione in Thailandia. L’obiettivo è incrementare i ritmi di assemblaggio fino a circa mezzo milione di esemplari l’anno. La metà dei veicoli assemblati in Thailandia è destinata al mercato locale, l’altra metà all’export in 110 mercati.

lunedì 27/10
ID 94110Atk
pag 18062

Toyota verso produzione su tre linee nelle fabbriche

Tokyo, 27 - I costruttori giapponesi sono tradizionalmente legati ad una produzione articolata al massimo su due linee. Il passaggio alle tre linee, fino ad oggi quasi sempre tenuto nel dimenticatoio perché non ritenuto adeguato, sta però concretizzandosi grazie a Toyota che a partire dal 1° aprile del prossimo anno dovrebbe avviare l’assemblaggio su tre linee in Nord America presso lo stabilimento messicano di Baja California dove costruisce il pick-up Tacoma. La scelta Toyota di orientarsi anche sulle tre linee non sarà in ogni caso una soluzione da adottare in tutti gli impianti perché andrebbe in parte rivista la nuova piattaforma modulare globale. Così facendo, la principale Casa al mondo potrebbe significativamente ridurre i tempi di attesa per la clientela. Nella storia recente di Toyota, soltanto il sito francese di Valenciennes ha viaggiato (e viaggia) su tre linee.

24/10
ID 94102Atk
pag 18056

Produzione Russia in flessione del 18,1%

Mosca, 24 - la produzione auto russa ha registrato a settembre una flessione del 18,1%. Male anche l’andamento nei nove mesi con un calo del 6,2% sullo stesso periodo 2013 a 1,3 milioni di veicoli.

24/10
ID 94103Atk
pag 18056
+

Sito cinese non inficerà produzione JLR in GB

Halewood, 24 - L’avvio produttivo del­la Range Rover Evoque nel pri­mo stabilimento cinese di Jaguar Land Ro­ver non avrà alcun effetto sull’andamento dell’assemblaggio del SUV nel suo storico impianto di Hale­wood. Ritmi di produzione che peraltro sono a livelli boom ad Ha­lewood. Lo scorso anno, dalla fabbrica inglese sono uscite 180 mila uni­tà tra la Evoque e la Freelander.

24/10
ID 94105Atk
pag 18056
+

Uscita la prima Mazda2 da impianto messicano

Hiroshima, 24 - Mazda ha ufficialmente avviato le attività produttive della nuova 2 presso lo stabilimento messicano di Salamanca. Nello stesso tempo, è stata quasi completata la struttura interna dedicata ai motori. Entro l’anno fiscale che si chiuderà il 31 marzo del 2016, la capacità produttiva dell’impianto salirà a circa 250 mila unità l’anno.

24/10
ID 94107Atk
pag 18056
+

PSA-Mitsubishi a 50 mila unità prodotte in Russia

Mosca, 24 - La joint venture rus­sa tra il Gruppo PSA e Mitsubishi chiuderà il 2014 producendo circa 50 mila esemplari nello stabilimento di Kaluga. Non sono stati svelati i dettagli produttivi dei singoli brand. Nel 2015, i ritmi di assemblaggio saranno probabilmente inferiori, seppur di poco.

24/10
ID 94097Atk
pag 18057
+

Il 12 dicembre ultima Opel prodotta a Bochum

Francoforte, 24 - La storica fabbrica Opel di Bochum è ormai giunta al capolinea per quanto riguarda la produzione automobilistica. GM Eu­rope (che ha deciso di chiudere per ritornare al profitto) ne ha messo in vendita le strutture e la società in­ca­ricata di gestire la transazione, Maynards, ha annunciato che l’ultima vettura uscirà dal­le catene di montaggio del­l’impianto tedesco il prossimo 12 dicembre.
La vendita coinvolgerà va­rie strutture del sito, ma non le linee di assemblaggio veicoli in quanto la produzione è stata ormai quasi del tutto trasferita in altre fabbriche te­desche di Opel (rimangono Zafira Tourer e Classic). Per il mo­mento, si sarebbero già fatte avan­ti aziende di Euro­pa, Turchia, India e Thai­lan­dia. L’impianto di Bo­chum è stato aperto nel 1962 (con la Kadett) ed era il più grande in Europa.

24/10
ID 94085Atk
pag 18058
+

Nuova Wrangler dovrebbe rimanere a Toledo, Ohio

Detroit, 24 - Secondo fonti raccolte da Automotive News, la futura generazione del­la Jeep Wrangler dovrebbe rimanere nell’impianto di Toledo, Ohio, culla storica del fuoristrada a stelle e strisce. L’indi­scre­zione dovrebbe fu­gare i dubbi nati al Salone di Parigi quando l’A.D. di FCA, Sergio Mar­chionne, aveva ipotizzato che la nuova Wran­gler avrebbe po­tuto adottare una carrozzeria in alluminio, soluzione che penalizzerebbe la fabbrica di To­ledo, non in grado di soddisfare la novità senza massicci investimenti.

24/10
ID 94088Atk
pag 18058

Nissan potrebbe produrre le EV in Thailandia dal 2020

Bangkok, 24 - Nissan potrebbe avviare la produzione delle elettriche in Thailandia dal prossimo decennio. Trattative in tal sen­so sono già in corso tra i top executive della divisione locale della Casa nipponica e il Ministero dell’Industria e dei Trasporti di Bangkok. Ma prima di considerare la produzione EV in Thailan­dia, Nissan vuole rendere più abbordabili i costi delle batterie.

Mostra altre 25.