Filtra le news
Foto
Tabella
Autolink News
5/8
ID 93259Atk
pag 17896

Trimestrale e semestrale da record per il Gruppo BMW

Monaco, 5 - Il Gruppo BMW si conferma in buona salute e archivia sia un’ottima trimestrale sia un positivo primo semestre. Partiamo dal bilancio relativo al secondo trimestre durante il quale la Casa bavarese ha realizzato un utile netto in crescita del 27,2% rispetto allo stesso periodo dell’esercizio precedente a 1,771 miliardi di Euro, profitti operativi in aumento del 26% a 2,603 miliardi e ricavi da 19,905 miliardi di Euro, l’1,8% in più. Da record i volumi di vendita globali che hanno guadagnato il 5,3% per un totale di 533.187 unità, delle quali 458.088 BMW (in crescita dell’8,3%), 74.028 MINI (-10,4% in attesa dei riscontri della nuova generazione) e 1.071 Rolls-Royce (+28,6%).
Per quanto riguarda il primo semestre, il fatturato si è impennato del 2,8% a 38,140 miliardi di Euro anche grazie alle immatricolazioni globali da primato con complessivi 1.020.211 esemplari, di cui 886.347 BMW (+10,2%), 131.896 MINI (-11,4%) e 1.968 Rolls-Royce (+33,4%). È la prima volta che il Gruppo supera il traguardo di 1 milione di esemplari a metà anno confermandosi sulla strada giusta per consolidare la leadership premium ed andare oltre i 2 milioni di veicoli annuali. Da gennaio a giugno, l’utile netto è aumentato del 19,6% a 3,233 miliardi di Euro e i profitti operativi sono cresciuti del 14,4% a 4,693 miliardi. Soddisfacente il trend dell’elettrica i3, a breve anche in Cina.

5/8
ID 93266Atk
pag 17897
+

Avviata produzione di nuova X6 in USA

Spartanburg, 5 - La produzione della seconda generazione della BMW X6 è ufficialmente scattata nei giorni scorsi presso lo stabilimento di Spartanburg, Sud Carolina. La prima unità a lasciare le catene di montaggio della fabbrica americana è stata una versione xDrive 35i di colore esterno Sophisto Gray, con interni in pelle nera e destinata ad un concessionario BMW in Cina. La X6 è assemblata esclusivamente nell’impianto di Spartanburg ed è distribuita in oltre 140 mercati internazionali. Della prima generazione, che ha esordito nel 2008, ne sono stati prodotti 265 mila esemplari.

30/7
ID 93167Atk
pag 17883

BMW aumenterà produzione in Thailandia

Bangkok, 30 - Nonostante il crollo delle vendite causato dalla grave instabilità politica, i costruttori continuano a credere nello sviluppo del mercato thailandese, fino allo scorso anno giudicato il più promettente di tutto il Sud-Est asiatico (ora lo è l’Indonesia). È il caso del Gruppo BMW che ha annunciato un investimento dell’equivalente di quasi 10 milioni di Euro per migliorare la logistica della fabbrica di Rayong, l’unica al mondo del Gruppo bavarese ad assemblare BMW, MINI e le moto della divisione Motorrad. La Casa conta di incrementare la capacità produttiva di autovetture dalle 8.880 unità dello scorso anno ad oltre 10 mila entro la fine del 2015. Nello stabilimento thailandese, il Gruppo costruisce le BMW Serie 5, Serie 7, X1 e X3 e la MINI Countryman, ma a breve lancerà anche Serie 3, Serie 3 Gran Turismo e X5. Le vendite locali della Casa hanno registrato nel primo semestre una flessione contenuta del 4% sullo stesso periodo del 2013 per complessivi 3.720 esemplari.

29/7
ID 93139Atk
pag 17879
+

Una i9 per il centenario BMW nel 2016?

Francoforte, 29 - BMW potrebbe regalarsi una versione migliorata della i8 per festeggiare il suo centenario nel 2016. Lo sostiene Auto Motor und Sport, secondo le cui fonti la vettura si chiamerà i9, sarà dunque sempre una ibrida plug-in e promette prestazioni di assoluto rilievo, anche in confronto alla stessa supersportiva “verde” i8. Si prevede che la futura i9 accelererà da 0 a 100 orari addirittura in meno di 4 secondi.

24/7
ID 93086Atk
pag 17865
+

BMW lancia in India la ActiveHybrid 7

Gurgaon, 24 - BMW ha avviato la commercializzazione della ActiveHybrid 7 in India con l’obiettivo di rendere sempre più ecosostenibile la gamma, senza ovviamente sperare in risultati di vendita da svolta. La vettura dispone di una tecnologia ibrida all’avanguardia che combina un motore a benzina con uno elettrico e le batterie agli ioni di litio. Il responsabile del BMW Group India, Philipp von Sahr, ha anticipato l’imminente lancio nel Paese delle nuove M.

23/7
ID 93060Atk
pag 17862
+

CO2: BMW difende la scelta della X7

Londra, 23 - Il responsabile vendite e marketing, Ian Robertson, ha difeso in un’intervista al Financial Times la decisione del Gruppo BMW di ampliare la gamma dei SAV prodotti a Spartanburg, Sud Carolina, con la futura X7. Al momento dell’annuncio, infatti, non sono state poche le obiezioni al progetto perché non in linea con le normative stringenti sulle emissioni di CO2. “Grazie alle ultime tecnologie, l’efficienza non sarà penalizzata”.

22/7
ID Atk4692
pag 17858

Prezzi compresi tra 27.950 e 41.550 Euro

Innsbruck, 22 - L’adozione della trazione anteriore sulla Serie 2 Active Tourer non influisce minimamente sulla classica dinamica e sulla tradizionale esaltante esperienza di guida tipica delle BMW. L’assetto sviluppato ex-novo con asse anteriore a snodo unico centrale e asse posteriore multilink combina agilità e fedeltà di traiettoria con un elevato livello di stabilità di guida e di comfort delle sospensioni. L’asse anteriore del nuovo MPV (che trasmette la forza motrice) è stato tarato con la massima precisione per garantire anche un feedback dello sterzo incredibilmente puntuale.
Disponibile negli allestimenti Advantage, Sport e Luxury, la vettura andrà all’assalto del segmento premium dei monovolume (la vera sfidante è la Mercedes Classe B) affidandosi ad un listino prezzi competitivo compreso tra 27.950 e 41.550 Euro. Da fine anno, la gamma si comporrà anche del modello M Sport caratterizzato da un pacchetto di aerodinamica M, dalla Shadow Line lucida, dall’assetto M Sport, dai cerchi in lega da 17 o 18 pollici, dai sedili sportivi con rivestimenti particolari e dal volante in pelle M.
La nuova Serie 2 Active Tourer (presentata in anteprima mondiale al Salone di Ginevra dello scorso marzo) è destinata a raggiungere anche il mercato americano una quindicina di mesi dopo l’esordio europeo (avrà specifiche differenti rispetto al Vecchio Continente sulla falsariga di quanto già fatto con la X1). La produzione della vettura è scattata recentemente presso lo stabilimento di Lipsia.

22/7
ID Atk4693
pag 17858
+

Serie 2 Active Tourer: il 1° MPV “anteriore” by BMW

Innsbruck, 22 - Dopo cinque anni di intenso sviluppo la grande e attesa svolta BMW della trazione anteriore e del segmento dei monovolume è una realtà. Esordisce infatti la nuova Serie 2 Active Tourer, presentata sulle montagne austriache di Solden per quella che è stata la conferenza stampa più in alto mai organizzata dal Gruppo bavarese (2.100 metri di quota). D’altronde, la montagna rappresenta uno dei luoghi di elezione per le attività outdoor che richiedono spesso attrezzature specifiche e ingombranti e dove la Serie 2 Active Tourer dà il meglio di sè.
Caratterizzata da un Cx da primato di 0,26, il monovolume punta su una moderna trazione anteriore che soddisfa tutti i criteri di guida attiva di un modello BMW promettendo di non far rimpiangere le tradizionali doti della trazione posteriore di Monaco. Il passo di 2,67 metri e una linea del tetto più elevata consentono di utilizzare l’abitacolo in modo ottimale e di regalare una sensazione di spaziosità mai conosciuta fino ad oggi. Il guidatore e il passeggero anteriore beneficiano di una posizione di seduta più alta rispetto ad una berlina per una conseguente vista eccellente e un agevole accesso a bordo. Abbattendo il sedile anteriore si può portare all’interno dell’abitacolo un carico passante lungo fino a 2,40 metri. Il sedile posteriore scorrevole e sdoppiato nel rapporto 60:40 è abbattibile nel rapporto 40:20:40 grazie ad un comando elettrico posizionato sul lato del vano bagagli. A richiesta, gli interni sono completati da un grande tetto panoramico che offre una luminosità ancora più intensa. Notevole anche il volume del bagagliaio, variabile da 468 a 1.510 litri.
Al lancio del 27 settembre, la nuova Serie 2 Active Tourer sarà disponibile con tre potenti e leggeri motori a 3 e 4 cilindri, di nuova generazione, già rispettosi delle normative Euro 6 e caratterizzati da consumi ridotti. Il nuovo 3 cilindri benzina celebra la sua anteprima su un modello del core-brand BMW ed equipaggia la 218i di 1,5 litri da 136 CV con consumi limitati a 5,2 litri/100 km ed emissioni di CO2 contenute a 120 g/km. Fa ancora meglio, in termini di efficienza, il 4 cilindri turbodiesel della 218d 2.0 da 150 CV che taglia ulteriormente i consumi a 4,3 litri/100 e le emissioni di CO2 a 114 g/km. Al top di gamma si posiziona la 225i dotata di un 4 cilindri Twin-Power Turbo di 2 litri da 231 CV che, abbinato di serie al cambio Steptronic ad otto rapporti, consente di raggiungere una velocità massima di 240 km/h e di accelerare da 0 a 100 orari in soli 6,6 secondi. Entro la fine dell’anno, l’offerta sarà arricchita con un 3 cilindri a gasolio di 1,5 litri e con le versioni xDrive equipaggiate con la trazione integrale BMW.
Il comfort di marcia è esaltato dalla straordinaria silenziosità. Il motore della 218d si avverte appena nell’abitacolo e quello della 225i si sente soltanto oltre i 4.000 giri quando si percepisce tutta la grinta di cui è capace la nuova Serie 2 per le famiglie. È maneggevole e precisa e lo sterzo non risente minimamente della trazione sull’asse anteriore.

17/7
ID 92975Atk
pag 17844
+

Capacità cinese BMW salirà a 400 mila unità

Pechino, 17 - BMW rilancia la sfida in Cina. Dopo aver annunciato l’estensione fino al 2028 della joint venture con Brilliance, la Casa prevede ora di incrementare la capacità produttiva locale dalle attuali 300 mila a circa 400 mila unità nel 2016 sfruttando l’arricchimento di gamma. BMW raddoppierà infatti l’offerta da tre a sei modelli e tra le novità ci saranno un’entry level sotto la Serie 3 e una variante della X3. Dal 2016, BMW produrrà inoltre in loco motori benzina a 3 e 4 cilindri.

16/7
ID 92967Atk
pag 17840
+

BMW aperta a condividere la sua tecnologia elettrica

Seul, 16 - Al pari di quanto già preannunciato da Tesla, anche BMW apre alla possibilità di condividere la sua tecnologia elettrica con altri costruttori con il chiaro obiettivo di generare economie di scala nel settore. Lo ha fatto capire il responsabile acquisti del Gruppo bavarese, Klaus Draeger, in occasione della cerimonia organizzata in Corea per il rafforzamento della partnership tra BMW e Samsung SDI nella fornitura di celle delle batterie agli ioni di litio. Una condivisione con altre Case consentirebbe di ridurre notevolmente gli ancora eccessivi costi delle batterie. BMW è soddisfatta dell’andamento vendite della i3, in attesa dei riscontri sulla i8.

16/7
ID 92948Atk
pag 17843

Sussidiaria di Brilliance assembla 4 cilindri BMW

Pechino, 16 - Mianyang Xinchen Engine Machinery Company, una sussidiaria della cinese Brilliance, ha avviato la produzione del motore 4 cilindri turbo targato BMW presso la fabbrica di Mianyang, regione del Sichuan. I propulsori 4 cilindri sono destinati ad equipaggiare sia modelli BMW (che come noto vanta una joint venture con Brilliance) sia vetture dei brand Zhonghua e Jinbei del Gruppo cinese. Target 2014 di 10 mila motori.

15/7
ID 92936Atk
pag 17836
+

BMW e Samsung SDI rafforzano partnership batterie

Seul, 15 - Il Gruppo BMW e la coreana Samsung SDI hanno siglato un memorandum d’intesa per rafforzare la loro fattiva partnership nel settore delle celle di batterie agli ioni di litio per l’elettromobilità (collaborazione che dura dal 2009). Nei prossimi anni, Samsung SDI fornirà alla Casa bavarese celle di batterie destinate ad equipaggiare le nuove i3 elettrica e i8 ibrida plug-in, oltre ai nuovi modelli ad alimentazione alternativa che BMW sfornerà. In risposta alla crescente domanda nel settore (sono circa 5.400 gli esemplari della i3 già venduti globalmente nel primo semestre del 2014), la fornitura di Samsung SDI a BMW crescerà significativamente nel medio periodo.
“La nostra alleanza con Samsung SDI - ha commentato il responsabile dei reparti Acquisti e Network di Fornitori del Gruppo BMW, Klaus Draeger - è un ottimo esempio del successo della cooperazione tedesco-coreana nelle tecnologie innovative. Con Samsung SDI abbiamo scelto un fornitore esperto che garantisce la tecnologia migliore”.

15/7
ID 92933Atk
pag 17837

BMW leader nell’export di auto dagli USA

Detroit, 15 - La costante crescita produttiva nello stabilimento di Spartanburg, Sud Carolina (i ritmi aumenteranno ancora nei prossimi anni grazie al debutto della X7), ha consentito al Gruppo BMW di diventare il principale esportatore di auto di tutta l’America. Circa il 70% della produzione di Spartanburg (culla dei SUV targati BMW) è attualmente esportato in oltre 140 mercati internazionali. La capacità del sito (era di 50 mila unità nel 1994) salirà a 450 mila nel 2016.

15/7
ID Atk4677
pag 17838

Gamma X già a 3,2 milioni di unità

Siena, 15 - La nuova X4 va ad arricchire la gamma X di BMW, pioniera dal 1999 e già capace di conquistare oltre 3,2 milioni di clienti nel mondo in questi 15 anni di onorata carriera. Culla degli Sports Activity Vehicle della Casa è lo stabilimento di Spartanburg, Sud Carolina, da dove escono X3, X4, X5 e X6, in attesa del debutto della più grande X7 che consentirà alla fabbrica americana di incrementare la capacità produttiva a circa 450 mila esemplari l’anno. In attività esattamente da 20 anni, l’impianto di Spartanburg ha già assemblato 2,6 milioni di unità e attualmente ne produce circa 1.000 al giorno.
Lo scorso anno, la gamma X ha pesato per circa il 30% del totale vendite di BMW e un buon contributo arriva, forse un po’ a sorpresa, anche dalla X6 che in sette anni è già stata immatricolata globalmente in 250 mila esemplari, 16 mila dei quali nel nostro Paese. Dal 1999 ad oggi sono circa 185 mila le BMW X vendute in Italia, per una quota attorno al 31%, con picco del 45% nel 2011 (senza contare le autovetture dotate di xDrive). Non a caso, il nostro sarà il quarto mercato al mondo per la X4.
Un modello capace di esaltare il piacere di guidare con consumi di carburante contenuti (5,4 litri/100 km sulla xDrive20d) ottenuti grazie alla tecnologia EfficientDynamics che prevede Start Stop automatico e Brake Energy Regeneration. Le gomme a bassa resistenza al rotolamento contribuiscono alla riduzione delle emissioni di CO2, da 138 g/km.

15/7
ID Atk4678
pag 17838
+

X4 Sports Activity Coupé, SUV sportiva media premium

Siena, 15 - Costruita sulla stessa piattaforma della X3 e ispirata alla X6, la nuova X4 è il primo Sports Activity Coupé premium di medie dimensioni. È leggermente più lunga (+14 mm) e più bassa (-36 mm) della X3, come più bassa di 20 mm è la posizione di guida ad accentuarne la sportività. La nuova X4 è già in vendita con prezzi compresi tra 49.200 e 66.950 Euro e le prime consegne sono previste in questi giorni.
Il suo design riflette la combinazione perfetta tra il carattere muscoloso di un SAV e l’eleganza sportiva di un tradizionale coupé. L’aspetto più agile è determinato dalle grosse prese d’aria montate alle due estremità del muso e dalle linee caratteristiche lavorate con la massima precisione. Nel frontale spiccano i fari di ultima generazione collegati alla griglia a doppio rene, mentre la linea del posteriore è da coupé con gruppi ottici a Led appositamente disegnati. La linea del tetto, sempre in stile coupé, scende dolcemente verso il baule posteriore raggiungendo il punto più alto sopra i sedili anteriori e accentuando il tipico orientamento verso il guidatore delle vetture bavaresi.
Gli interni presentano una sintesi armoniosa di sportività ed esclusività con scocca ribassata di 36 mm rispetto a X3 e con divanetto abbassato di 28 mm. Di rilievo anche il volume del bagagliaio (tra 500 e 1.400 litri), utilizzabile con la massima versatilità grazie allo schienale del divanetto posteriore ribaltabile nel rapporto 40:20:40. Tra gli optional, il portellone posteriore elettrico dotato di Smart Opener e Comfort Access. La caratterizzazione estetica di X4 può essere ulteriormente personalizzata grazie ai pacchetti M Sport e xLine che aggiungono sistemi esclusivi alla già ricca dotazione di serie della base.
Molto articolata la gamma motoristica sempre abbinata alla trazione intregrale xDrive. Disponibili le varianti a benzina xDrive20i (4 cilindri 2.0 da 184 CV), xDrive28i (4 cilindri 2.0 da 245 CV) e xDrive35i (6 cilindri 3.0 da 306 CV), ma saranno le versioni diesel a farla da padrone, in primis con la nuova xDrive20d (4 cilindri 2.0 da 190 CV), ma soprattutto con xDrive30d (6 cilindri 3.0 da 258 CV) e xDrive35d (6 cilindri 3.0 da 313 CV). Il nuovo 4 cilindri diesel della xDrive20d sale da 184 a 190 CV e sarà presto disponibile su altre BMW. Lo Steptronic sportivo ad 8 marce è di serie su tutta la gamma tranne sul diesel d'accesso. Le X4 sono dotate del sistema Performance Control per un dinamismo fuori dal comune.

14/7
ID 92922Atk
pag 17832

BMW conferma target 2014 di oltre 2 milioni di unità

Incheon, 14 - In occasione dell’inaugurazione del primo Driving Center asiatico della Casa (nella città coreana di Incheon), il responsabile vendite e marketing, Ian Robertson, ha ribadito l’obiettivo del Gruppo BMW di incrementare i volumi di vendita mondiali ad oltre 2 milioni di unità a fine 2014. Reduce dal record 2013 di 1,96 milioni di esemplari, il Gruppo punta ovviamente a consolidare la sua leadership premium.

14/7
ID 92908Atk
pag 17834
+

BMW apre il suo primo centro guida asiatico in Corea

Incheon, 14 - Il Gruppo BMW ha festeggiato l’inaugurazione del suo primo centro guida nel continente asiatico. La struttura, per la cui realizzazione e successivo consolidamento saranno investiti un totale di 75,5 milioni di dollari entro il 2020, sorge nella città coreana d Incheon e ha già consentito di creare un centinaio di nuovi posti di lavoro. Il primo Driving Center asiatico di BMW (dispone di una pista da 2,6 km) si aggiunge a quelli già operativi in Germania e USA e aprirà ufficialmente le porte al pubblico venerdì 1° agosto. Alla cerimonia ha presenziato il responsabile vendite e marketing, Ian Robertson, secondo il quale la Corea continua ad avere un grande potenziale di crescita per le Case estere. Già ora la Corea rappresenta il nono mercato mondiale per il Gruppo bavarese.

Porte Aperte BMW Serie 4 Gran Coupé alla conquista del cliente
14/7
ID Atk4675
pag 17835

Autotorino Spa, Via F. Barbacini 2 - Parma

La concessionaria è fresca di inaugurazione e riporta nella città emiliana il marchio BMW dopo mesi di latenza. Ampia la disponibilità di parcheggio, moderni e accoglienti i locali, completi di elegante bar interno. L’oggetto del porte aperte sosta nel cuore del salone, al suo fianco un cartellone invita il cliente ad approfittare del test drive. Al nostro ingresso, un’altra Serie 4 Gran Coupé rientra alla base dopo il test. L’attesa si esaurisce nello spazio di qualche minuto, quando un venditore si rivolge a noi spontaneamente. Saputo del nostro interesse per l’ultima variante di Serie 4, non esita a snocciolarne le caratteristiche salienti e a pregarci di seguirlo al proprio desk, un open space dove il classico rapporto “frontale” viene rivisto in favore di una configurazione informale (poltroncine a lato scrivania). Il preventivo viene costruito a video seguendo pedissequamente le nostre preferenze. Generica, ma rassicurante, la descrizione dell’offerta finanziaria. La valutazione dell’usato è rimandata a un successivo giorno feriale, quando avremo anche la chance di guidare la vettura di persona.

Porte Aperte BMW Serie 4 Gran Coupé alla conquista del cliente
14/7
ID Atk4676
pag 17835

Reggio Motori Spa, Via F.lli Cervi 91 - Reggio Emilia

La rivendita BMW destina una Gran Coupé al piazzale esterno pronta a uscire per il test, e una seconda in vetrina, inserita all’interno di un ordinato schieramento monomarca. Come accediamo allo showroom, la receptionist ci saluta e si propone di assisterci, chiamando per telefono un venditore libero. Detto fatto: nell’arco di pochi secondi un assistente è a nostra disposizione. Capitiamo inoltre con un consulente particolarmente affabile e preciso, che spende tempo ed energie per illustrare vettura e servizi ad essa collegati. Dopo l’introduzione, la scena si sposta in ufficio: ivi completiamo a quattro mani il preventivo della versione più consona alle nostre esigenze e riceviamo numerose informazioni anche inerenti l’aspetto economico-finanziario. Oltre al finanziamento classico, esistono le alternative del leasing e della speciale formula “Free to Drive”. Esplicito l’invito a testare l’auto durante la visita stessa, mentre del nostro usato vengono trascritti i principali dati utili alla valutazione. Ce ne andiamo con l’impressione di un’esperienza amichevole e funzionale all’acquisto.

11/7
ID 92889Atk
pag 17830
+

Toyota e BMW insieme per sviluppo di sportive

Tokyo, 11 - Nell’ambito del progetto di collaborazione siglato a gennaio dello scorso anno, Toyota e BMW stanno lavorando congiuntamente per sviluppare due nuove sportive su una piattaforma in comune. Il frutto dovrebbe vedersi entro il 2017 quando Toyota lancerà l’erede della Supra (in auge negli anni 80 e 90) e BMW la nuova generazione della Z4. I due Gruppi stanno discutendo di altri programmi che prevedono l’unione nei settori della produzione e dell’acquisto di componenti, senza dimenticare i piani sulle fuel cell.

9/7
ID 92857Atk
pag 17820

Ridurre il CO2 costa, ma BMW è pronta per questa sfida

Francoforte, 9 - Il Gruppo BMW è certamente tra i più virtuosi al mondo nella corsa alla riduzione delle emissioni di CO2 per soddisfare le sempre più stringenti normative UE entro il 2021. La Casa bavarese ha compiuto passi enormi dal 1995 tagliando le emissioni medie della sua gamma di oltre il 30% riducendole ad appena 133 g/km. Ma non basta. In una lunga intervista concessa ad Automobilwoche, il Presidente del Gruppo di Monaco, Norbert Reithofer, ha spiegato che continuare a tagliare le emissioni comporta costi decisamente elevati (“Non si parla di milioni, ma di miliardi di Euro”).
BMW è comunque pronta alle nuove sfide affidandosi ai sempre più efficienti motori a 3, 4 e 6 cilindri e ammettendo che le auto di piccole dimensioni fornirebbero un contributo chiave per rispettare le norme europee. Per il resto, Reithofer ha ribadito l’obiettivo BMW di conservare la leadership premium mondiale rintuzzando gli attacchi di Audi e Mercedes. Per farlo, BMW continuerà a crescere in Cina, anche a scapito di qualche unità in meno nel Vecchio Continente. Per quanto riguarda l’utilizzo sempre più massiccio della fibra di carbonio (già presente su i3, i8 e Serie 7), BMW lo estenderà presto ad altre vetture di gamma. Infine, Reithofer è convinto che in poco tempo la produzione della i3 nella fabbrica di Lipsia crescerà rispetto ai ritmi attuali medi di 100 unità al giorno.

9/7
ID 92834Atk
pag 17823
+

Daimler e BMW semplificano le operazioni di ricarica

Stoccarda, 9 - I Gruppi Daimler e BMW uniscono le forze per lo sviluppo di una soluzione standardizzata che semplifichi le operazioni di ricarica dei veicoli ibridi ed elettrici. Le vetture saranno dotate di una piastra nella parte inferiore, mentre una piastra principale sarà posizionata sul pavimento del garage o del parcheggio per la ricarica. Si creerà un campo magnetico che consentirà di trasferire 3,6 kW con un’efficienza del 90% per caricare le batterie in meno di due ore. Daimler effettuerà dei test con la Mercedes S 500 Plug In Hybrid che sarà lanciata a settembre.

9/7
ID 92843Atk
pag 17823

Dealer BMW a fianco del Festival Mozart

San Donato M.se, 9 - I concessionari torinesi di BMW, Autocrocetta Spa e biAuto Srl, sponsorizzeranno il Festival Mozart di Torino, in programma dal 18 al 23 luglio. Per l’edizione di quest’anno, la Fondazione per la Cultura Torino ha previsto un evento dedicato al compositore austriaco Wolfgang Amadeus Mozart. Test drive su i3, X4, 4 Gran Coupé e 2 Active Tourer.

8/7
ID 92828Atk
pag 17816

Gruppo BMW supera il milione di unità in 6 mesi

Monaco, 8 - “Questa è la prima volta che superiamo il milione di unità nel primo semestre, risultato che consolida la nostra leadership nel segmento premium”. Così il responsabile vendite e marketing, Ian Robertson, ha commentato l’ottimo bilancio vendite globali del Gruppo BMW che in giugno ha registrato un’impennata del 4,8% a 193.342 veicoli, dei quali 164.214 BMW (+7,3%); 28.738 MINI (-7,6%) e 390 Rolls-Royce (+25%). Ancor più confortante, come detto, il dato relativo al primo semestre durante il quale il Gruppo è cresciuto del 6,9% a 1.020.211 vetture, di cui 886.347 BMW (+10,2%), 131.896 MINI (-11,4%) e 1.968 Rolls-Royce (+33,4%). Confermato target dei 2 milioni nel 2014.

8/7
ID 92816Atk
pag 17818

BMW taglia produzione in Sud Africa causa scioperi

Johannesburg, 8 - Al pari di General Motors, anche BMW si vede costretta a prendere drastici provvedimenti in Sud Africa a causa di scioperi prolungati da parte dei fornitori locali della componentistica. A partire da domani, il costruttore bavarese taglierà di circa un terzo i ritmi di produzione nello stabilimento di Rosslyn. La Casa ha già chiuso la fabbrica la scorsa settimana e spera che le proteste rientrino nel più breve tempo possibile onde evitare ulteriori e dolorosi tagli. Per il resto di questa settimana, le operazioni di assemblaggio a Rosslyn viaggeranno su due linee a rotazione anzichè su tre. In sostanza, la situazione sarà monitorata giorno per giorno.

Mostra altre 25.