Filtra le news
Foto
Tabella
Autolink News
ieri
ID 93071Atk
pag 17860

Fiat: Marchionne inaugura Officina82 a Mirafiori

Torino, 23 - Nell’area ex Meccanica2 di Mirafiori, dove non c’erano più attività da decenni e diventato ora un quartiere direzionale importante, Fiat ha inaugurato Officina82, sede direzionale di tutte le attività amministrative, informatiche, di accounting, di internal audit e di sicurezza di Fiat Chrysler Automobiles e di CNH Industrial in Europa. “Le due forze rappresentano quindi l’insieme di Fiat e di Chrysler, due aziende con identità diverse, ma unite dalle stesse ambizioni e dagli stessi valori”, ha spiegato l’Amministratore Delegato, Sergio Marchionne. Il manager italo-canadese ha aggiunto che la decisione di creare questi nuovi uffici a Mirafiori non sarà forse importante come altre recenti scelte industriali coraggiose, ma l’intervento fatto su Officina82 è particolarmente significativo. “Officina82 - ha concluso Marchionne - è l’ultimo tassello in ordine di tempo di un disegno molto più ampio, avviato nel 2005 per riqualificare il comprensorio di Mirafiori che, tra i primi interventi, ha visto nascere il Motor Village e l’asilo per i figli dei nostri dipendenti”. Insomma, il Lingotto ha voluto confermare la centralità di Torino nelle operazioni di FCA.

ieri
ID 93070Atk
pag 17861

Fiat Chrysler protagonista alla Classic Days tedesca

Torino, 23 - Fiat Chrysler Automobiles sarà protagonista in Germania all’evento annuale Classic Days riservato alle auto del passato e ospitato vicino a Dusseldorf dal 1° al 3 agosto. Sotto i riflettori quattro modelli Alfa Romeo, due Lancia, tre Fiat e la Abarth 1000 Monomille del 1960.

ieri
ID 93056Atk
pag 17863

Fiat a fianco della Partita Interreligiosa per la Pace

Torino, 23 - Fiat sarà Top Partner della prima Partita Interreligiosa per la Pace in programma nella serata del 1° settembre allo Stadio Olimpico di Roma. L’evento ha l’obiettivo di promuovere principi di fratellanza e condivisione attraverso il potenziale comunicativo del calcio. La religione, qualunque essa sia, diventa quindi un elemento di unione e occasione di arricchimento, nella vita quotidiana come nella pratica sportiva.

ieri
ID Atk4697
pag 213

Accordo siglato tra Renault e Fiat

Milano, 23 - Renault e FCA, per il marchio Fiat (ma forse anche per Chrysler) hanno firmato un accordo in base al quale Renault fornirà a Fiat un veicolo commerciale leggero basato su una piattaforma realizzata da Renault (forse il Trafic). Il design del veicolo sarà sviluppato da Fiat e sarà caratterizzato da elementi unici e distintivi per il modello Fiat Professional.  Il veicolo sarà prodotto da Renault in Francia a partire dal secondo trimestre del 2016. Resta da capire cosa PSA sceglierà per gli accordi per Ducato e Fiorino.

martedì 22/7
ID 93042Atk
pag 17856
+

Toyota investe in sito messicano di Mazda

Città del Messico, 22 - Toyota investirà 100 milioni di dollari per la produzione di un proprio modello nello stabilimento messicano di Salamanca, di proprietà Mazda. Le operazioni scatteranno nella seconda parte del 2015 al ritmo di 50 mila unità l’anno. Nella fabbrica messicana, Mazda assembla la 3.

lunedì 21/7
ID 93018Atk
pag 17852
+

Fiat manterrà gli attuali ritmi di crescita produttiva in Polonia

Varsavia, 21 - Fiat ha chiuso il primo semestre incrementando dell’11% la produzione presso lo stabilimento polacco di Tychy. Un buon risultato che sembra destinato a proseguire anche in questa seconda parte dell’anno, sebbene non siano stati forniti dettagli numerici. Tra i modelli, spicca la 500, assemblata nel periodo da gennaio a giugno in oltre 100 mila esemplari. I responsabili della fabbrica hanno confermato che il prossimo anno la Ford Ka continuerà ad essere costruita a Tychy, smentendo alcune recenti indiscrezioni. L’obiettivo è aumentare i livelli di assemblaggio a Tychy fino a raggiungere le 300 mila unità l’anno grazie al fatto che, nonostante un'Europa non del tutto fuori dalla crisi, la domanda dei modelli prodotti a Tychy si sta mantenendo decisamente elevata,

lunedì 21/7
ID 93020Atk
pag 17852

Toyota e Nissan: no Lexus e Infiniti in Russia

Mosca, 21 - Secondo quanto anticipato dal giornale locale Vedomosti, Toyota non avrebbe in programma di avviare la produzione di modelli Lexus in Russia, mentre Nissan non dovrebbe ripristinare l’assemblaggio delle Infiniti nel Paese. L’obiettivo Toyota è conservare la massima qualità produttiva, Nissan aveva prodotto le Infiniti nello stabilimento di San Pietroburgo, ma le operazioni sono state interrotte lo scorso maggio perché il contratto in licenza è scaduto e la Casa non ha intenzione di rinnovarlo. Lo scorso anno, Nissan e Infiniti hanno raggiunto una quota dell’1% sul totale vendite del mercato russo.

lunedì 21/7
ID Atk4689
pag 17854

Una Toyota su 5 in Europa è ibrida

Dusseldorf, 21 - Toyota sta vivendo un momento di grande rinnovamento con risultati che la stanno premiando in tutta Europa. La gamma è stata infatti completamente rinnovata ed anche l’ultima nata Aygo si sta rivelando un grande successo. Complessivamente la Casa giapponese ha venduto nei primi sei mesi dell’anno 452 mila auto con un incremento del 10%. Ancora più eclatante è il risultato ottenuto con le ibride, autentico manifesto per Toyota: il 20% del totale delle vendite è infatti rappresentato da modelli ibridi cresciuti del 20% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.
All’interno di questo trend positivo, Yaris costituisce un modello fondamentale pesando per il 20% sul totale delle vendite e avendo registrato anche nei primi sei mesi dell’anno un incremento del 5% con 97 mila immatricolazioni. Anche gli acquirenti della compatta Yaris dimostrano di gradire molto la soluzione ibrida con un mix di preferenze in Europa che arriva al 28% e che punta a raggiungere quota 35%. In Italia il peso di Yaris sul totale delle vendite Toyota è ancora più incisivo. Il 38 % delle immatricolazioni della Casa giapponese è infatti costituito dall’erede di quel “piccolo genio” che ha rivoluzionato il segmento a partire dal suo lancio nel 1999. Da allora sono state 750 mila le Yaris vendute nel nostro Paese con una quota media nel segmento intorno al 7% (8,2% nell’ultimo anno) e di ben il 9% considerando esclusivamente il comparto privato. Grazie all’ibrida, Yaris è bestseller a Milano e Roma.

lunedì 21/7
ID Atk4690
pag 17854
+

Nuova Yaris: molto più di un semplice facelift

Dusseldorf, 21 - Con la prima generazione si affermò come punto di riferimento in termini di abitabilità e comfort, con la seconda introdusse nel segmento delle compatte nuovi standard in termini di equipaggiamenti e tecnologie al servizio della sicurezza, con la terza ed ultima generazione Toyota ha introdotto anche sulla piccola Yaris la sua evolutissima tecnologia ibrida raccogliendo un grande apprezzamento da parte del pubblico.
Con questi presupposti, a soli tre anni dal lancio, poteva bastare un semplice face lift per rinfrescarne l’immagine, ma in Toyota hanno deciso di fare le cose in grande andando ben oltre. Sul nuovo progetto Yaris, sono stati infatti investiti 85 milioni di Euro e 576 mila ore di ricerca e sviluppo. Il risultato è una vettura non rivoluzionata, ma certamente migliorata sotto tutti i punti di vista. Sono oltre 1.000 le nuove componenti Yaris che nel suo processo di evoluzione hanno seguito quelle che erano le indicazioni dei clienti, intervenendo in base ai loro preziosi feedback. Gli interventi si sono rivolti a design, finiture interne, personalità e piacere di guida. Sul piano del design, il lavoro del centro stile di Antipolis (Nizza) è partito dal frontale che adotta ora il medesimo linguaggio stilistico della piccola Aygo con la conformazione della calandra a “X”. A differenza della versione attuale, la nuova Yaris adotta lo stesso look sia per la versione “normale” che per la ibrida, i gruppi ottici adottano ora tecnologia a led sia per le luci diurne anteriori che per i gruppi posteriori. La vista laterale è dominata dalle nuove modanature che incorniciano i cristalli e da nuovi cerchi in lega da 15 o 16”.
La vista posteriore esprime più sportività grazie ad un nuovo paraurti con estrattore inferiore che regala una grande presenza su strada. Sul piano dell’immagine e della personalità, la nuova Yaris trae giovamento anche da una scelta cromatica ampliata a 9 tinte di cui 2 inedite che si abbinano a 4 differenti tonalità anche per i rivestimenti interni. Parlando di interni è evidente il balzo in avanti per quanto riguarda la piacevolezza e la qualità percepita grazie a materiali più piacevoli al tatto e nuovi temi cromatici. Il cruscotto ed i pannelli porta sono stati ridisegnati e si presentano con linee più pulite e gradevoli.
Fin qui la forma, ma c’è anche tanta sostanza. I motori sono stati tutti rivisti all’insegna di un’ancor superiore efficienza. Su tutti il nuovo 1.0 già visto su Aygo, ma che in questo caso è già in grado di rispettare le normative Euro 6 e di assicurare consumi nell’ordine dei 4,1 litri/100 km con emissioni di 95 g/km di CO2. Come sempre campione di efficienza e di piacere di guida la versione ibrida che arriva a consumare appena 3,3 litri/100km ed emettere 75 g/km di CO2. Completano l’offerta la sempre piacevolissima unità diesel 1.4 D-D4 e la 1.3 a benzina. Alla guida si apprezza una superiore silenziosità, uno sterzo più piacevole ed un comfort migliorato grazie anche alle nuove sospensioni. La vettura è già ordinabile con un prezzo d’attacco al lancio di 10.900 Euro.

lunedì 21/7
ID 93011Atk
pag 17855
+

Toyota prevede crescita del 6-7% in India

New Delhi, 21 - La divisione Toyota Kirloskar prevede per quest’anno vendite in crescita del 6-7% in India. Sarebbe già un ottimo risultato considerando che soltanto adesso il mercato indiano sta invertendo il lungo trend negativo. Per un incremento a doppia cifra è probabile si vada al 2015.

venerdì 18/7
ID 93001Atk
pag 17848

FCA e VW respingono ipotesi di fusione

Torino, 18 - Attraverso rispettivi laconici comunicati, Fiat Chrysler Automobiles e Volkswagen hanno seccamente smentito l’ipotesi di fusione lanciata da Manager Magazine. Respinte al mittente anche le voci su un interesse di VW per le quote Chrysler.

venerdì 18/7
ID 92987Atk
pag 17850
+

Toyota sviluppa crossover basato sulla Auris

Tokyo, 18 - Toyota sta lavorando allo sviluppo di un nuovo crossover che amplierebbe la sua offerta nel segmento, uno tra i più competitivi del momento. La novità si baserà sulla Auris, si posizionerà al di sotto della Rav4, dovrebbe essere commercializzata entro il 2017 e andrà a sfidare in particolare Honda CR-V e Nissan Qashqai. La Casa giapponese sta già testando dei prototipi del crossover che dovrebbe essere dotato di serie della trazione anteriore, con quella integrale offerta in opzione. Prevista anche una versione ibrida.

giovedì 17/7
ID 92984Atk
pag 17844

Voci su un interesse del Gruppo VW per Fiat/Chrysler

Berlino, 17 - Manager Magazine lancia un’autentica “bomba” che, se confermata (e per ora arrivano solo no comment dai due Gruppi), sconvolgerebbe il panorama mondiale delle quattro ruote. Volkswagen starebbe valutando un’acquisizione totale o parziale di Fiat Chrysler Automobiles e sarebbero già in corso colloqui privati tra gli azionisti top delle Case, rispettivamente Ferdinand Piech e la famiglia Agnelli. In particolare, il colosso tedesco starebbe guardando a Chrysler per arginare i problemi nel mercato americano, ma non si esclude addirittura una fusione. La rivista sostiene che Fiat preferirebbe concentrarsi sui marchi di auto sportive, ad esempio Ferrari, tralasciando il settore automobilistico, mentre Piech (ma questa è cosa nota) vorrebbe nel suo portafoglio un brand come l’Alfa Romeo. Resta da capire come si concilierebbe tale operazione con le nuove strategie dell’Amministratore Delegato di FCA, Sergio Marchionne, decisamente orientate sul rilancio del Biscione.

giovedì 17/7
ID 92977Atk
pag 17844
+

Maruti estende di 3 anni intesa fornitura con Fiat

New Delhi, 17 - Maruti Suzuki ha esteso per altri tre anni l’intesa con Fiat che prevede la fornitura di motori diesel Multijet 1.3 da parte del Lingotto al ritmo di circa 100 mila unità l’anno. Fino a ieri la scadenza dell’accordo era aprile 2015. La fornitura di propulsori a gasolio si è per ora concretizzata in circa 200 mila esemplari, ma Maruti (sempre grazie ad un patto di licenza con Fiat) assembla anche direttamente i diesel di 1,3 litri nel suo stabilimento di Manesar.

giovedì 17/7
ID 92974Atk
pag 17845
+

Toyota conserva la leadership mondiale nel primo semestre

New York, 17 - Non è ancora ufficiale, ma quando annuncerà i suoi risultati tra un paio di settimane (insieme al bilancio finanziario del primo trimestre fiscale) il Gruppo Toyota avrà conservato la leadership mondiale al termine del primo semestre. Si stima infatti che la Casa di Nagoya, comprendendo anche le affiliate Daihatsu e Hino, abbia chiuso il periodo immatricolando circa 5,1 milioni di esemplari, alla luce del dato ufficiale dei primi 5 mesi che parla di 4,244 milioni di unità (basta aggiungere le 850 mila vetture previste nel singolo giugno). Dal canto loro, i Gruppi rivali General Motors e Volkswagen hanno già reso noto il loro complessivo semestrale. Quello di Detroit ha venduto 4.921.928 veicoli (+1,4%) e quello di Wolfsburg 4,97 milioni (+5,9%). La sfida per il trono 2014 si giocherà sul filo dei 10 milioni di esemplari con Toyota che conta di salire fino a 10,32 milioni, risultato che dovrebbe consentirle di tenersi alle spalle sia Volkswagen, proiettata vicina ai 10 milioni, sia General Motors.
E a proposito di quest’ultima, ha voluto ufficializzare anche il dato relativo al solo secondo trimestre durante il quale le sue vendite globali hanno registrato una leggera crescita dello 0,5% a 2,51 milioni di esemplari. GM è andata bene in USA e Cina a compensare i cali in Europa e Sud America.

mercoledì 16/7
ID 92963Atk
pag 17840
+

Toyota Europe cresce del 9,4% nel semestre

Bruxelles, 16 - Le vendite di Toyota Europe hanno registrato nel primo semestre una crescita del 9,4% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno per un totale di 451.802 veicoli. A sostenere il bilancio positivo del Gruppo nipponico sono state soprattutto le ibride (molto bene la Auris Hybrid Touring Sports), in aumento del 20% a 90.290 unità, pari a circa un quinto del complessivo tra Toyota e Lexus. Come anticipato dal responsabile vendite e marketing di Toyota Europe, Daniele Schillaci, le immatricolazioni dovrebbero mantenersi elevate anche nella seconda parte dell’anno grazie al contributo importante della nuova generazione della Aygo. L’obiettivo della Casa è tornare a superare il traguardo di 1 milione di vetture consegnate nel Vecchio Continente.

mercoledì 16/7
ID 92958Atk
pag 17842

Ford e Toyota: stop in Sud Africa

Johannesburg, 16 - Il prolungato sciopero dei metalmeccanici locali costringe anche Ford e Toyota ad interrompere la produzione in Sud Africa (nei rispettivi impianti di Pretoria e di Durban). Le proteste coinvolgono circa 220 mila membri dell’unione sindacale Numsa che chiedono un incremento salariale annuale tra il 12 e il 15%.

martedì 15/7
ID Atk4679
pag 17839
+

Panda e Freemont Cross: i due estremi che si toccano

Balocco, 15 - Cosa ci può essere in comune tra la più piccola ed il top di gamma della Fiat? Se parliamo delle ultime arrivate, le versioni Cross, senza dubbio la “trasversalità” e quella raffinatezza in termini di stile e contenuti in grado di attirare un target molto esigente, eterogeneo, ma con il minimo comune denominatore di desiderare qualcosa di più di quanto già offrono le rispettive versioni “normali”. Per il resto, ovviamente, si tratta di prodotti molto differenti.
La compatta Panda Cross costituisce in realtà un vero e proprio modello a sé stante che si stacca nettamente dalla normale Panda (della quale conserva tuttavia tutte le qualità in termini di versatilità, praticità ed accessibilità), per andare ad inaugurare un nuovo sotto segmento all’interno di quello dei SUV che oggi costituisce ben il 20% del totale del mercato. Panda Cross, infatti, si avvicina per classe dimensionale e look a quello dei SUV urbani, ma in realtà offre qualcosa di più sia dal punto di vista “urban” che da quello dei SUV. All’interno della città, la piccola Cross può infatti vantare dimensioni ancora più compatte ed una superiore maneggevolezza e praticità d’utilizzo, ma è fuori dalle mura cittadine ed ancor di più dai nastri asfaltati che la più “avventurosa” delle Panda tira fuori un “caratterino” in grado di mettere in soggezione più di qualche rivale di segmento (e costo) decisamente superiore.
Se ad un primo sguardo, Panda Cross conquista subito per la forte personalità e lo stile, a ben guardare quello che sembra un semplice maquillage risulta invece una trasformazione in termini di contenuti in grado di modificare fortemente le attitudini della vettura. I fendinebbia montati in posizione rialzata donano un aspetto simpatico e grintoso, ma al contempo li protegge dagli urti nella guida in off-road. I grintosi paraurti anteriori e posteriori dotati di robusti scudi paracolpi regalano un look country che tanto piace, ma in realtà migliorano gli angoli di attacco e di uscita portandoli al livello di quelli di veicoli molto più specializzati (24° e 34°) e, ovviamente svolgono davvero una funzione protettiva. Rimarchevole anche la presenza di due robusti ganci traino che fuoriescono dallo scudo traforato anteriore: anche in questo caso denotano la spiccata vocazione per l’avventura della piccola Panda Cross.
Non basta: l’assetto è stato rialzato di 9 mm, i motori benzina TwinAir e Multijet diesel potenziati di 5 CV rispetto a quelli montati sulla “normale” 4x4 e, soprattuto, è stato introdotto un selettore che permette di azionare la funzione HDC per affrontare discese vertiginose anche in condizioni di scarsa aderenza in tutta sicurezza. Auto che fa gestire la trazione in modo del tutto automatizzato ripartendo la coppia motrice dall’asse anteriore a quello posteriore solo in caso di perdite di aderenza o offroad con tanto di differenziale centrale ELD bloccabile che trasforma la Panda in un inarrestabile fuoristrada. Due numeri su tutti sono la pendenza superabile del 70% e l’inclinazione laterale del 55%. Completissima la dotazione che include tra l’altro cerchi in lega da 15”, pneumatici M+S e sedili in tessuto tecnico con inserti in ecopelle. Per chi ne desiderasse una personalizzazione ancora più marcata, già al lancio, previsto per settembre con prezzi da 19.460 Euro, sarà disponibile un catalogo di accessori dedicati realizzato dalla divisione Mopar.
Passando a Freemont, la personalizzazione Cross aggiunge una serie di contenuti estetici e tecnologici che, ferme restando le imbattibili doti che il crossover possiede in termini di comfort, versatilità ed abitabilità, ne innalzano l’asticella andando ad avvicinare una clientela più premium. Freemont Cross è disponibile esclusivamente in versione 4x4 e con cambio automatico. Duplice invece l’offerta motoristica che comprende il 2.0 MJT in configurazione da 140 o da 170 CV.
A confermare le sue doti di vettura ideale per la famiglia, Freemont Cross raggiunge livelli di eccellenza anche dal punto di vista della sicurezza con raffinatezze tecnologiche come il sistema Active Hood che tramite un sensore rileva la collisione imminente con pedoni e rialza la parte posteriore del cofano motore per limitarne al massimo le conseguenze.
I prezzi di Freemont Cross, disponibile anch’esso a partire da metà settembre, partono da 32.500 Euro con una dotazione davvero full, che all’esterno include finiture nero lucide abbinate a paracolpi color alluminio satinato e cerchi in lega bruniti ed all’interno comprende tra l’altro, schermo multifunzione, impianto hi-fi Alpine, rivestimenti pregiati e sensori di parcheggio con telecamera posteriore.

lunedì 14/7
ID 92909Atk
pag 17834
+

Imminente il lancio della Fiat Punto Evo in India

New Delhi, 14 - È ormai imminente il lancio commerciale della Fiat Punto Evo in India. L’esordio è previsto ad agosto e la new entry dovrà contribuire a rafforzare i volumi di vendita ancora modesti della Casa torinese nell’emergente mercato asiatico. Rispetto alla Punto standard, la versione Evo non presenta sostanziali novità sul fronte motoristico. Saranno disponibili i propulsori a benzina di 1,2 litri da 68 CV e di 1,4 litri da 90 CV e il diesel Multijet 1.3 declinato nelle potenze di 76 e 93 CV. Tutta la gamma motori sarà abbinata ad una trasmissione manuale a cinque rapporti. Fiat spera di vedere presto frutti importanti nel Paese dalla commercializzazione di nuovi modelli. Oltre alla Punto Evo, sono infatti in rampa di lancio anche la variante Abarth 500 e la Avventura.

venerdì 11/7
ID 92889Atk
pag 17830
+

Toyota e BMW insieme per sviluppo di sportive

Tokyo, 11 - Nell’ambito del progetto di collaborazione siglato a gennaio dello scorso anno, Toyota e BMW stanno lavorando congiuntamente per sviluppare due nuove sportive su una piattaforma in comune. Il frutto dovrebbe vedersi entro il 2017 quando Toyota lancerà l’erede della Supra (in auge negli anni 80 e 90) e BMW la nuova generazione della Z4. I due Gruppi stanno discutendo di altri programmi che prevedono l’unione nei settori della produzione e dell’acquisto di componenti, senza dimenticare i piani sulle fuel cell.

giovedì 10/7
ID 92886Atk
pag 17824

Le ibride Toyota oltre il 50% in Giappone

Tokyo, 10 - Per la prima volta nella storia, la maggior parte delle unità vendute da Toyota in Giappone è rappresentata da modelli ibridi. Nel primo semestre, infatti, le immatricolazioni delle auto ibride hanno toccato il 50,3% di quota sul totale della Casa nel Sol Levante. A livello di Gruppo, le ibride del marchio Toyota incidono per il 49,4%, mentre quelle targate Lexus sono ormai sopra l’80%. Oggi sono 16 le ibride Toyota in Giappone e 6 le Lexus.

giovedì 10/7
ID 92871Atk
pag 17826

Toyota distribuirà poche unità della FCV in GB

Londra, 10 - Autocar anticipa che Toyota distribuirà un numero limitato di esemplari della FCV a idrogeno in Gran Bretagna quando la vettura sbarcherà nel Paese (nel corso del 2015). L’introduzione della fuel cell in GB, sebbene in tiratura contenuta, dovrebbe consentire un’accelerazione nel programma di Londra di consolidare una ancora modesta rete di ricarica adeguata, per ora ferma alla stazione Honda di Swindon.

giovedì 10/7
ID 92867Atk
pag 17827
+

Fiat aumenta produzione a Tychy

Varsavia, 10 - Produzione Fiat nell’impianto polacco di Tychy meglio delle previsioni di inizio anno. La Casa ha infatti archiviato il primo semestre assemblando 174.127 esemplari, pari ad un incremento dell’11,2% rispetto allo stesso periodo del 2013. Lo scorso anno, il trasferimento della Panda a Pomigliano ha penalizzato l’andamento produttivo della fabbrica dalla quale sono usciti circa 300 mila veicoli, in flessione del 15% sull’annata precedente. Tychy costruisce Fiat 500, Abarth 500, Lancia Ypsilon e Ford Ka.

mercoledì 9/7
ID 92856Atk
pag 17821

Prius al vertice nella top 10 delle auto usate ibride

Roma, 9 - AutoUncle.it, innovativo motore di ricerca danese, ha stilato una classifica delle dieci vetture usate ibride più disponibili. Dominio Toyota con l’ibrida per eccellenza Prius al comando davanti alla Auris Hybrid, mentre sul terzo gradino del podio virtuale è salita la Honda Insight. Seguono Yaris Hybrid e le Lexus RX450h e CT200h.

mercoledì 9/7
ID 92846Atk
pag 17822

Quote rosa in aumento alla comunicazione FCA

Milano, 8 - Aumentano le quote rose nell’organico del Gruppo Fiat. Maria Conti approda nell’ufficio stampa di Fiat Chrysler Automobiles con la responsabilità della comunicazione del brand Fiat per la regione Emea. Simona Magnarelli avrà invece la responsabilità del brand Lancia sempre nella comunicazione e per dare visibilità al brand nel nosrto Paese. Andrà invece ad un manager maschile, Roberto Toro, la gestione del marchio Alfa Romeo. Il quarantenne dovrà supervisionare la prevista offensiva internazionale del Biscione.

Mostra altre 25.