Filtra le news
Foto
Tabella
Autolink News
venerdì 21/11
ID 94572Atk
pag 18136
+

La 500X farà meglio della 500 in USA

Los Angeles, 21 - La nuova 500X è destinata a diventare più popolare della 500 nel mercato americano. La previsione è stata avanzata al Salone di Los Angeles (dove il crossover compatto ha fatto il suo debutto locale) dal responsabile del brand Fiat in Nord America, Jason Stoicevich. FCA avvierà la commercializzazione della 500X in USA a partire dal secondo trimestre del prossimo anno e dovrebbe attrarre una clientela interessata sempre allo stile retrò della 500, ma con l’aggiunta di un maggiore spazio a bordo.

venerdì 21/11
ID 94562Atk
pag 18138

Al via da lunedì 24 la fase di pre-lancio della nuova Fiat 500X

Torino, 21 - Si chiama “Power of X” ed è il tour con il quale Fiat avvierà da lunedì la fase di pre-lancio della nuova 500X. Il tour durerà fino al 31 gennaio 2015 e toccherà oltre 170 concessionari tra Sardegna, Marche, Lombardia, Veneto, Piemonte ed Emilia Romagna. Previsto inoltre lo sbarco in sei suggestive piazze italiane a partire da oggi in Piazza Crispi a Palermo.

giovedì 20/11
ID 94554Atk
pag 18132

FCA rafforza partnership con Gac

Guangzhou, 20 - FCA e la cinese Guangzhou Automobile Industry Group hanno siglato un nuovo accordo preliminare per rafforzare la loro collaborazione nelle attività in Cina. Focus soprattutto sul marchio Chrysler, i cui veicoli saranno assemblati in futuro nel Paese della Grande Muraglia, oltre alla conferma dell’avvio produttivo delle Jeep entro fine 2016.

giovedì 20/11
ID 94543Atk
pag 18133
+

Fiat 500X ideale negli Stati “freddi” USA

Los Angeles, 20 - Tra i circa 100 mercati internazionali dove la nuova Fiat 500X sbarcherà il prossimo anno, il più importante è certamente quello americano. Il crossover, reduce dall’anteprima mondiale di Parigi, è ora esposto al Los Angeles Auto Show. Saggia decisione considerando che attualmente le migliori performance commerciali della Fiat in USA si registrano proprio in California. Ma il crossover compatto fratello della Jeep Renegade sarà soprattutto ideale per i clienti che vivono negli Stati più “freddi” del Paese grazie all’offerta della trazione integrale.

martedì 18/11
ID 94491Atk
pag 18127
+

Mirai fuel cell: Toyota spera replichi boom Prius

Tokyo, 18 - Il Presidente Akio To­yoda ha definitivamente confermato che la sua prima fuel cell di serie si chiama Mirai, in attesa della presentazione odierna a Los Angeles. La vettura a idrogeno, il cui nome in giapponese significa “futuro”, è un punto di svolta nel panorama dell’eco-sostenibilità e nelle speranze Toyota potrebbe replicare il successo di un’altra pietra miliare Toyota nell’alimentazione alternativa, l’ibrida Prius. Sarà in vendita nel Sol Levante dal 15 dicembre.

lunedì 17/11
ID 94476Atk
pag 18122
+

Toyota: 20 anni di ricerca e 11 prototipi per la fuel cell

Roma, 17 - Pioniera nella strada della mobilità sostenibile con l’ibrida Prius lanciata a fine 1997 in Giappone e poi rivelatasi un grande successo a livello mondiale, Toyota conferma ora di essere all’avanguardia nello sviluppo dell’eco-sostenibilità con la presentazione (attesa per domani) della sua prima vettura a idrogeno di serie, la Mirai fuel cell. Ripercorriamo le tappe che hanno portato al lancio del modello, frutto di quasi 20 anni di ricerche e di ben 11 prototipi che ne hanno anticipato la realtà produttiva che avverrà in uno stabilimento nipponico.
La prima concept FCEV-1 di veicolo equipaggiato con celle a combustibile è stata svelata nel 1996, sviluppata sulla prima generazione della Rav4. Era dotata di un serbatoio di accumulo dell’idrogeno in lega assorbente ed è stata ulteriormente migliorata l’anno successivo con il prototipo FCEV-2 che disponeva di un reformer in grado di estrarre idrogeno dal metanolo. Le successive concept FCHV-3 e FCHV-4 erano equipaggiate con un pacco di celle a combustibile in grado di erogare 90 kW, potenza quattro volte superiore rispetto alla FCEV-1. L’autonomia era di 250 km, la velocità massima di 150 km/h. La FCHV-4 è stata inoltre la prima concept a idrogeno ammessa ai test su strade pubbliche nel Sol Levante. Le prove sono iniziate nel giugno del 2001 e sono andate avanti per tre anni, anche su autostrade e percorsi in pendenza. La FCHV-5 è stata l’ultima sviluppata nel 2001 sulla base della Highlander, produceva elettricità derivata dall’idrogeno ed era migliore rispetto alle precedenti per accelerazione ed economia di esercizio.
Si arriva poi a gennaio 2003 con la presentazione in anteprima mondiale al Naias di Detroit della concept Fine-S, equipaggiata con un sistema ibrido di alimentazione con celle a combustibile ad idrogeno, alloggiato sotto il pavimento del veicolo con la potenza distribuita in modo indipendente sulle quattro ruote. Sempre nel 2003, ma al Motor Show di Tokyo in autunno, Toyota ha poi esposto la concept Fine-N, il cui pacco di celle a combustibile aveva un’altezza di soli 150 mm ed era alloggiato sotto il pavimento insieme ad una batteria agli ioni di litio ad alta densità (l’autonomia era salita a 500 km).
Due anni dopo, sempre al Motor Show di Tokyo, è stata svelata la concept Fine-T, dalle dimensioni simili alla Yaris e con spazio interno come la Avensis. Il sistema a quattro ruote indipendenti consentiva un raggio di sterzata molto ridotto. Le ulteriori tappe dello sviluppo fuel cell di Toyota sono più recenti. Nel 2010 è stata presentata la concept aggiornata della FCHV-5, capace di raggiungere 830 km di autonomia grazie all’installazione di serbatoi a idrogeno ad alta pressione. Nel 2011 è stata la volta del prototipo FCV-R con un pacco di celle più piccolo, posizionato sotto i sedili per un’autonomia di circa 700 km. La ricerca sui prototipi si è chiusa un anno fa con l’esposizione al Salone di Tokyo della FCV, dotata di un pacco di celle a combustibile leggero e di due serbatoi di idrogeno ad alta pressione. Potenza di oltre 100 kW e disponibilità di un converter ad elevata efficienza. Domani la realtà di serie.

venerdì 14/11
ID 94469Atk
pag 18116

FCA riceverà 2,25 miliardi di Euro da Ferrari prima dello spin-off

Milano, 14 - In base ad un documento depositato dal Gruppo presso la Sec (autorità americana di controllo) nell’imminenza del collocamento del bond convertendo e dell’offerta di azioni a Wall Street, FCA incasserà dalla Ferrari 2,25 miliardi di Euro prima che vengano completate le operazioni di spin-off dalla Casa di Maranello. La maxi cedola era già stata annunciata a fine ottobre dall’Amministratore Delegato di FCA e neo Presidente di Ferrari, Sergio Marchionne. L’annuncio ha dato ulteriore linfa alla quotazione di FCA a Piazza Affari, mentre c’è da segnalare l’ennesimo affondo su Fiat da parte di Diego Della Valle.

giovedì 13/11
ID 94440Atk
pag 18113

Vendite Filippine Toyota da record

Manila, 13 - Le vendite To­yota nell’emergente mercato asiatico delle Filippine hanno già superato il livello dell’intero 2013 al termine dei primi dieci mesi di quest’anno. La Casa giapponese ha infatti immatricolato 86.794 esemplari da gennaio ad ottobre contro i 75.587 dell’anno passato. Toyota chiuderà il 2014 conservando la leadership locale per l’11° anno consecutivo.

giovedì 13/11
ID 94427Atk
pag 18114

Toyota assembla cambi automatici a Buffalo

Buffalo, 13 - To­yota ha avviato la produzione della trasmissione automatica a sei rapporti sulla nuova linea dello stabilimento di Buffalo, West Virginia. L’aggiunta della linea consentirà di aumentare la capacità a 700 mila unità l’anno.

giovedì 13/11
ID 94421Atk
pag 18115
+

Toyota presenterà Mirai fuel cell di serie il 18 novembre

Tokyo, 13 - Toyota ha annunciato che il 18 novembre presenterà la versione produttiva di serie della Mirai a idrogeno. L’avvio ufficiale della commercializzazione in Giappone è previsto per dicembre con ritmi di assemblaggio limitati a 700 esemplari l’anno, potenzialmente incrementabili se la domanda fosse superiore alle attese. La fuel cell sarà distribuita inizialmente in quattro grandi aree metropolitane del Sol Levante, quelle di To­kyo, Nagoya, Osaka e Fukuoka.

mercoledì 12/11
ID Atk4816
pag 18110

Inizia la nuova fase di sviluppo per FCA

Balocco, 12 - Che la nuova 500X rappresenti un punto di svolta chiave nel futuro di Fiat Chrysler Automobiles è testimoniato anche dal fatto che, per la prima volta nei 75 anni di storia della struttura, Fiat abbia aperto le porte del salone d’ingresso di Mirafiori per una cena di gala ufficiata da Alfredo Altavilla. Al reveal del crossover non poteva mancare l’A.D. Sergio Marchionne (arrivato e ripartito in elicottero dopo mezz’ora).
Il manager italo-canadese ha annunciato che i 100 milioni di azioni di FCA saranno collocati a Wall Street prima di Natale. Il collocamento, accompagnato da un convertendo da 2,5 miliardi di dollari, servirà ad aumentare il flottante portandolo al 70% del capitale. Marchionne ha inoltre confermato che la quotazione del 10% di Ferrari sempre alla Borsa di New York si concretizzerà tra il secondo e il terzo trimestre del prossimo anno e che la nuova Alfa Romeo Giulia sbarcherà sui mercati entro l’estate 2015, così come il 2015 sarà l’anno del debutto del SUV Levante di Maserati. Prima di allora non ci saranno altre novità e quindi altri test drive.
La 500X è essenziale non soltanto per rilanciare l’impianto di Melfi, ma anche per l’inizio della nuova fase di sviluppo del Gruppo. “È la prima architettura che abbiamo messo a punto con Jeep, il primo frutto della collaborazione tra i due brand”, ha chiosato Marchionne. Gianluca Italia, responsabile Fiat Emea, ha infine sottolineato il successo di Panda Cross in Europa: in un mese è già al 10% del totale Panda.

mercoledì 12/11
ID Atk4817
pag 18110
+

500X punta alla leadership tra i crossover compatti

Balocco, 12 - Disegnata, progettata e prodotta in Italia, presso lo stabilimento di Melfi ad affiancare la sorella Jeep Renegade, con contennuti di sicurezza mai visti tutti insieme prima. Ecco la nuova Fiat 500X, modello fondamentale nel piano di espansione globale di FCA. La fabbrica molisana assemblerà circa 150 mila esemplari l’anno di questo crossover compatto con il quale Fiat andrà a caccia della leadership europea nel segmento, già conquistata da 500 e 500L nelle rispettive classi.
Già ordinabile con prezzi compresi tra 17.500 e 30.650 Euro, la 500X sarà lanciata ufficialmente in Italia in un porte aperte organizzato per febbraio 2015 e sarà poi distribuita in oltre 100 mercati internazionali. Cavalcando il successo della Opening Edition al top di gamma (oltre 400 unità vendute in tre settimane), Fiat ha realizzato la versione Web Edition, dedicata soprattutto ai giovani e acquistabile online fino al porte aperte a 17.250 Euro (2.000 esemplari disponibili). Monta un 1.6 E-torq da 110 CV e ha la trazione 4x2.
La fase di lancio reale della 500X (all’insegna di uno spot declinato nello slogan “Dedicata al mondo”) scatterà venerdì con 602 eventi nelle concessionarie e in 74 piazze di città europee, in piena collaborazione con i dealer. Quella che in casa Fiat definiscono l’auto perfetta (la perfezione è una questione di equilibrio, Confucio dixet) perché non troppo grande e nemmeno troppo piccola, non troppo complessa, ma non troppo essenziale e non iper costosa, ma certamente non una low cost, è pratica, potente, capace, efficiente ed è sempre una 500 in puro stile italiano.
E non è un caso, ovviamente, che dall’iconica 500 del 1957, la X riprenda i fari stondati e il classico logo con baffo cromato sul frontale. Si caratterizza per un coefficiente di resistenza aerodinamica da “best in class” (appena 0,34 di Cx), per un punto di seduta inferiore di 45 mm rispetto alla media del segmento, per un’altezza da terra di 179 mm e per una connettività avanzata.
La 500X sarà disponibile in una versione più cittadina e in una più votata al tempo libero, in cinque allestimenti (Pop, Popstar, Lounge, Cross e Cross Plus) e in configurazione a 2 e 4 ruote motrici con quest’ultima che adotta il sistema di disconnessione dell’asse posteriore per ridurre le perdite di energia e per una maggiore efficienza nei consumi, mentre la prima vanta anche il dispositivo Traction Plus.
Al lancio, il crossover compatto sarà equipaggiato con quattro motorizzazioni. Si tratta dei benzina 1.4 Turbo MultiAir II da 140 CV (trazione anteriore e cambio manuale a 6 marce) e 1.6 E-torq da 110 CV (4x2 e cambio manuale a 5 rapporti) e dei diesel Multijet II 1.6 da 120 CV (4x2 e manuale a 6) e 2.0 da 140 CV (trazione integrale e trasmissione automatica a 9 rapporti). Successivamente, la gamma sarà completata con un 1.4 Turbo MultiAir II da 170 CV e con un 2.4 Tigershark MultiAir II da 187 CV, entrambi abbinati alla trazione 4x4 e all’automatico a 9 marce.

mercoledì 12/11
ID 94408Atk
pag 18111

FCA rinnova accordo con il Politecnico di Torino

Torino, 12 - Il Presidente di Fiat Chrysler Automobiles, John Elkann, e il Rettore del Politecnico di Torino, Marco Gilli, hanno rinnovato l’accordo di collaborazione che era stato avviato nel 1999 e successivamente esteso nel 2010. L’intesa, prolungata fino al 2018,  coinvolge in particolare il Corso di Laurea di Ingegneria dell’Autoveicolo, ma anche alcune attività di ricerca di interesse comune. FCA investirà un totale di 7,4 milioni di Euro (1,85 milioni l’anno). “Il bilancio della nostra collaborazione è senz’altro positivo e per questo motivo l’abbiamo estesa fino al 2018”, ha commentato Elkann.

martedì 11/11
ID 94386Atk
pag 18105

Toyota spera in Daihatsu per crescere in India

New Delhi, 11 - Toyota è costretta a chiedere l’aiuto della sussidiaria Daihatsu per migliorare le performance di vendita in India. Le immatricolazioni della principale Casa mondiale nell’emergente mercato asiatico hanno registrato una flessione del 22% nell’anno fiscale conclusosi lo scorso 31 marzo a 128.811 unità. Daihatsu svilupperà una low cost per Toyota basata sulla Agya made in Indonesia.

martedì 11/11
ID 94376Atk
pag 18106

Il car sharing Enjoy approda a Firenze con 200 unità della 500

Firenze, 11 - Il car sharing Enjoy, frutto della collaborazione tra Eni, Fiat e Trenitalia, è da qualche giorno sbarcato a Firenze con una flotta di 200 esemplari della Fiat 500. Il capoluogo toscano è la terza città, dopo Milano e Roma (che fino ad oggi hanno totalizzato 185 mila iscritti e 1,5 milioni di noleggi), a rivoluzionare la mobilità dei propri cittadini con un servizio caratterizzato da iscrizione gratuita e online, tariffe concorrenziali e customer experience semplice ed immediata. La tariffa all inclusive prevede 25 centesimi al minuto in movimento (per i primi 50 km, dopo si applica anche il costo al km di 25 centesimi) e 10 al minuto lasciando l’auto in modalità sosta.

martedì 11/11
ID 94380Atk
pag 18106
+

Toyota non lascerà il Venezuela

Caracas, 11 - Il responsabile delle operazioni latino-americane, Steve St. Angelo, ha confermato che Toyota non intende abbandonare il mercato venezuelano nonostante le attuali difficoltà delle attività produttive locali. Toyota gestisce in Venezuela uno stabilimento che quest’anno assemblerà appena 3.000 esemplari tra Corolla, Hilux e Hilux SW4 rispetto alle 9.000 unità del 2013. Toyota va meglio nel resto del continente e conta di vendere 400 mila veicoli in Sud America nel 2014.

venerdì 7/11
ID 94338Atk
pag 18096
+

Joint venture turca di Fiat produrrà famiglia di compatte

Istanbul, 7 - Tofas, la consolidata joint venture tra Fiat e la turca Koc Holding, investirà circa 1 miliardo di dollari per produrre una nuova famiglia di vetture compatte destinata a rimpiazzare la Bravo e la Linea distribuite in Europa. L’attività di assemblaggio coinvolgerà lo stabilimento di Bursa in un periodo compreso tra il 2016 e il 2023. Una prima tranche di 520 milioni di dollari era già stata annunciata da tempo per costruire 580 mila unità l’anno di una nuova berlina e gli ulteriori 580 milioni serviranno per sviluppare anche una hatchback e una station wagon che incrementeranno le operazioni produttive a Bursa di altri 700 mila esemplari. Le tre novità di prodotto della nuova famiglia di compatte saranno sviluppate sulla stessa piattaforma utilizzata dal Gruppo FCA per vetture come Fiat 500L e 500X e Jeep Renegade.

venerdì 7/11
ID 94342Atk
pag 18096

BMW e Toyota accelerano su piattaforma di sportive

Monaco, 7 - I Gruppi BMW e Toyota stanno accelerando nel progetto che prevede lo sviluppo congiunto di nuove vetture sportive sulla stessa piattaforma. La prima fase del programma avviato nel gennaio dello scorso anno sarebbe già stata completata. Il piano delle sportive a trazione posteriore rientra in una collaborazione a più ampio respiro tra i due Gruppi che comprende anche la ricerca nelle fuel cell.

venerdì 7/11
ID 94335Atk
pag 18098

Toyota Aqua nuova bestseller in Giappone

Tokyo, 7 - Toyota Aqua è la nuova bestseller del mercato giapponese. L’ibrida ha conquistato lo scettro in ottobre nonostante le vendite abbiano registrato una flessione del 9,8% sullo stesso mese dello scorso anno a 18.031 e­semplari. La minicar Dai­hat­su Tanto (leader in settembre) ha chiuso al secondo posto con 16.237 unità. Terzo gradino del podio per un altro mini-vehicle, la Honda N-Box.

giovedì 6/11
ID 94310Atk
pag 18094

FCA leader nella lotta ai cambiamenti climatici

Torino, 6 - Fiat Chrysler Automobiles è ancora una volta tra i leader globali nell’ambito dell’impegno e dei risultati conseguiti nel contrastare i cambiamenti climatici (ed è il terzo anno consecutivo). Le performance di alto livello e la trasparenza nella comunicazione hanno dunque confermato il Gruppo ai vertici nel CDP Italy 100 Climate Disclosure Leadership Index e tra le migliori aziende nel Climate Performance Leadership Index 2014. Tra i principali risultati conseguiti da FCA nel 2013, la leadership in Europa per i veicoli a metano, la riduzione dell’impronta ecologica nelle fabbriche (-15,5% nelle emissioni di CO2 per veicolo prodotto) e il coinvolgimento di 127 business partner nell’iniziativa CDP Supply Chain. Il CDP Italy 100 Climate Change Report analizza le informazioni sull’impatto ambientale delle 100 principali aziende italiane quotate.

giovedì 6/11
ID 94302Atk
pag 18095

Fiat: lavoratori polacchi chiedono aumento salariale

Varsavia, 6 - I sindacati polacchi stanno pressando Fiat affinché accolga la richiesta dei lavoratori dello stabilimento di Tychy di un incremento salariale. Secondo le unioni, l’aumento dello stipendio sarebbe un atto dovuto da parte della Casa in quanto la divisione locale gode di buona salute e dovrebbe condividere i guadagni con la forza lavoro. A favore della richiesta, il fatto che Tychy sia considerato il miglior impianto del Gruppo e che le differenze di salario con i colleghi italiani sono esagerate.

mercoledì 5/11
ID 94298Atk
pag 18088

Toyota archivierà un altro esercizio annuale da record

Nagoya, 5 - Il Gruppo Toyota si avvia di gran carriera a realizzare il suo secondo esercizio annuale da record. La principale Casa al mondo (dovrebbe conservare la leadership 2014 nonostante l’assalto soprattutto del Gruppo Volkswagen) ha rivisto al rialzo tutte le precedenti stime sull’annata 2014-15 grazie al buon bilancio del secondo trimestre finanziario e del primo semestre. Da luglio a settembre, Toyota ha infatti registrato un profitto netto in aumento del 23% rispetto allo stesso periodo di un anno fa a 536,06 miliardi di yen e utili operativi in crescita dell’11,3% a 659,22 miliardi, mentre il giro d’affari è salito da 6.280 a 6.550 miliardi di yen. I volumi di vendita globali trimestrali sono rimasti sostanzialmente stabili a 2,235 milioni di esemplari con buone performance in Nord America e difficoltà in Cina e nel Sud-Est asiatico. Per quanto riguarda il primo semestre fiscale (aprile-settembre), il Gruppo ha visto l’utile netto salire da 1.000 a 1.127 miliardi di yen, i profitti operativi crescere di 96,4 miliardi a 1.352 miliardi e il fatturato impennarsi del 3,3% anche grazie al leggero aumento delle immatricolazioni globali a 4.476.522 veicoli.
I buoni risultati si devono all’ottimo andamento in Nord America, al deprezzamento dello yen e alla politica di taglio dei costi, in vigore già da anni. Toyota ha quindi innalzato le previsioni sull’intera annata finanziaria che si chiuderà il 31 marzo del 2015. Stima un utile netto in crescita del 12,4% a 2.000 miliardi di yen, profitti operativi in aumento del 9,1% a 2.500 miliardi e ricavi da 26.500 miliardi contro i 25.700 miliardi ipotizzati originariamente.

mercoledì 5/11
ID 94285Atk
pag 18090
+

Toyota pensa a batterie agli ioni di magnesio

Los Angeles, 5 - I ricercatori nordamericani di Toyota stanno unendo le forze con il Dipartimento dell’Energia per concentrarsi sullo sviluppo di batterie agli ioni di magnesio, definite più economiche di quelle agli ioni di litio e capaci di garantire maggiore autonomia alle vetture elettriche. Si sta lavorando su due direzioni: trovare elettroliti nuovi per consentire l’utilizzo di batterie con un anodo di magnesio metallico o adottare un anodo di magnesio e stagno per continuare ad usare gli elettroliti in voga oggi.

31/10
ID 94230Atk
pag 18076
+

Rinnovata Camry prodotta in Russia dal 5 novembre

Mosca, 31 - Il 5 novembre Toyota avvierà ufficialmente la produzione della rinnovata Camry presso il suo stabilimento russo di San Pietroburgo. Ma già da domani saranno aperte le ordinazioni. La fabbrica di San Pietroburgo (assemblate 35.700 Camry da inizio anno, il 25% in più) ospiterà la produzione anche della nuova Rav4 a partire dal 2016.

30/10
ID 94211Atk
pag 18072

FCA scorpora Ferrari, il cui 10% sarà quotato in Borsa

Londra, 30 - Dopo la pubblicazione della trimestrale e del bilancio dei nove mesi, Fiat Chrysler Automobiles ha annunciato la separazione  di Ferrari dal Gruppo. Lo scorporo sarà attuato attraverso l’offerta pubblica di una parte della partecipazione di FCA in Ferrari pari al 10% del capitale del Cavallino e la distribuzione della rimanente partecipazione di FCA in Ferrari agli azionisti del Gruppo. Il CdA ha autorizzato il management ad intraprendere le azioni necessarie a completare le operazioni nel 2015 ed FCA prevede che le azioni della Casa di Maranello siano quotate negli Stati Uniti e in un altro mercato europeo.
Felice di questo nuovo passo il Presidente di Ferrari, Sergio Marchionne, che ne rimarrà capo anche dopo lo scorporo. “Con l’intento di rafforzare il piano 2014/18 e di massimizzare il valore dei nostri business per gli azionisti, è appropriato che noi perseguiamo percorsi separati per FCA e Ferrari”. FCA ha inoltre previsto un’emissione fino a 2,5 miliardi di dollari nominali di obbligazioni a conversione obbligatoria per rafforzare il capitale.

Mostra altre 25.